martedì 6 dicembre 2016

“Buck e il Terremoto”

Sinossi


“Buck e io ne abbiamo parlato a lungo. Lui diceva che non poteva restare indifferente a una cosa così triste accaduta in Centro Italia. Io ero assolutamente d’accordo.”
Così, da un'idea di Serena Bianca De Matteis, il 26 agosto 2016 nasce l'antologia “Buck e il Terremoto”.
Per precisa richiesta del mezzo lupo Buck, ogni storia contiene un messaggio di speranza.
L'intero ricavato dalle vendite dell'opera, al momento in esclusiva su Amazon, sarà devoluto alla raccolta fondi della Croce Rossa Italiana per gli aiuti alle popolazioni di Amatrice e Accumoli.
Dietro a “Buck e il terremoto” ci sono il tempo, il lavoro e la passione di Sonia Anzani, Daniele Savi, Arianna Corsini, Deborah Leonardi, Grazia Gironella, Gaspare Burgio, Nadia Banaudi, Giuliana Leone, Paolo Cestarollo, Marco Amato, Massimiliano Enrico, Michele Scarparo, Alessia Savi, Serena Bianca De Matteis, Rosa Oliveto, Sandra Faè, Velma J. Starling, Silvia Algerino, Sara Gavioli, Elisa Riddo, Samantha de Matteis.
Un piccolo gesto di solidarietà, una zampa tesa: nel mese di novembre 2016, “Buck e il Terremoto” ha ottenuto il patrocinio dei Comuni di Amatrice e Accumoli.

Eccezione alla regola oggi con una presentazione di martedì. Ma per la squadra di “Buck e il terremoto” questo ed altro! Per chi non sa di cosa di tratta, vi dico che alcuni mesi fa Serena Bianca De Matteis ha lanciato la proposta di realizzare una raccolta di racconti i cui ricavati delle vendite andassero a sostegno delle vittime del terremoto e in particolare alla Croce Rossa Italiana.

giovedì 1 dicembre 2016

Una nuova copertina per “Bagliori nel buio”


Era molto tempo che ipotizzavo un cambio di copertina per Bagliori nel buio, ma il percorso che mi ha portato a farlo è stato più lungo del previsto. L'idea è nata da alcune esigenze specifiche: trovare un'immagine che rappresentasse il libro ma che fosse dotata di un impatto maggiore rispetto alla precedente (sullo store di Amazon si rischia di sparire facilmente); e “umanizzare” la copertina rispetto al semplice paesaggio che c'era prima.

Come dicevo, non è stato facile, lo sanno bene tutte le persone che ho tormentato in questo periodo e che vorrei ringraziare qui in modo particolare per non avermi mai fatto mancare consigli, sostegno e amorevoli bacchettate quando prendevo strade sbagliate ☺. Un confronto che si è rivelato utilissimo per mettere a fuoco cosa volevo e come ottenerlo.

Dopo mille ricerche, prove e tentativi (ma anche nuove conoscenze apprese), da pochi giorni finalmente il romanzo ha un nuovo “vestito”, per ora solo per la versione ebook, ma presto anche per quella cartacea.

Ne approfitto anche per comunicarvi che al momento il libro è in vendita esclusivamente sullo store di Amazon.

Aspetto le vostre impressioni sulla nuova copertina!

martedì 29 novembre 2016

L'arte di prendere appunti


Oggi è mio gradito ospite lo scrittore Renato Mite, con un interessante articolo che approfondisce una delle attività più importanti per chi scrive: appuntare le idee in modo che rappresentino uno strumento realmente utile alla creazione della storia. 
Ringrazio Renato per aver condiviso qui le sue riflessioni e vi invito a conoscerlo meglio visitando il suo sito.

Posso capire l'avversione verso gli appunti, ci sono passato.
Quando sei preso dalla tua storia, cominci a scrivere e scrivi, scrivi, scrivi. Sei spinto dall'ispirazione, dall'immaginazione, dalla chiara visione di un punto cruciale della storia verso il quale ti fiondi spingendo sulle parole come un centometrista spinge sulle gambe.
Il problema è che i metri non sono cento e non puoi mantenere quella velocità fino alla fine. Però sei testardo, vuoi andare avanti anche se la fatica ti ha interrotto e hai perso la concentrazione. Non ti pieghi a scrivere appunti perché dal tuo punto di vista c'è posto solo per la creatività, non per gli artifici e le trame costruite a tavolino. Gli appunti non sono artifici o trame costruite a tavolino.

venerdì 25 novembre 2016

Serena Bianca De Matteis presenta “Buck”

Sinossi


Cos’hanno in comune Heath e Buck, il suo cane? Molte cose: entrambi sono giovani, pieni di energia e vivono sul confine tra due mondi. Buck è per metà lupo, Heath appartiene alla riserva Lakota e anche al mondo «di fuori», bianco e tecnologico. Ma c’è di più, anche se i due non lo sanno: un’eredità sconvolgente sepolta dentro a ricordi lontani.
Quando il richiamo della vita adulta diventa perentorio, per entrambi si prospettano scelte difficili, rivelazioni e incontri che cambieranno loro la vita.
E la scoperta di un terzo mondo nascosto, governato dalla magia che permea tutte le cose.

Serena Bianca De Matteis è mia ospite oggi con il suo romanzo “Buck: Una storia d’amore e perdono”. Attenzione, perché c'è una bella sorpresa per tutti voi che state leggendo!

martedì 22 novembre 2016

Come fare un'edizione cartacea con CreateSpace (parte 3)



Siamo arrivati alla terza parte di questa breve guida per realizzare un'edizione cartacea con CreateSpace. Nei post precedenti vi ho parlato di come preparare il testo e come controllarlo prima di dare l'okay per la stampa. Il passo successivo è preparare la copertina.

martedì 15 novembre 2016

Modi lenti e dolorosi di uccidere la suspense #1

Scena tratta dal film Io ti salverò (Hitchcock, 1945)
Questa settimana faccio una pausa rispetto alla guida a CreateSpace che sto scrivendo, per parlarvi di un altro argomento.
Alcune ultime letture, infatti, mi hanno portato a riflettere sulla suspense e a come sia facile commettere errori in questo ambito, perfino quando c'è l'evidente intento di utilizzare in un romanzo alcune tecniche che sono state ideate proprio al fine di tenere alta la tensione.

venerdì 11 novembre 2016

Daniele Savi presenta “La Teoria del Tutto”

Sinossi


Da anni i nostri scienziati sono in cerca del Santo Graal della fisica: La Teoria del Tutto, che spieghi qualsiasi fenomeno attraverso una semplice ed elegante equazione, dalle piccole particelle fondamentali fino ai misteriosi buchi neri.
E se il segreto dell'Universo fosse sempre stato nelle mani degli Scrittori? Preparatevi a viaggiare insieme a Luca, giovane autore milanese, e ai suoi amici Chiara e Callum. Vi porteranno con loro in un'avventura attraverso l'immaginazione, per scoprire cosa davvero «move il Sole e l'altre stelle».

Daniele Savi ci parla oggi del suo romanzo “La Teoria del Tutto” che in questi giorni è oggetto di una campagna di preordini su Bookabook.

martedì 8 novembre 2016

Come fare un'edizione cartacea con CreateSpace (parte 2)

Nella prima parte di questa piccola guida all'uso di CreateSpace per realizzare un'edizione cartacea, abbiamo visto i primi passi per accedere al servizio e in particolare come preparare il file di testo.

Siamo arrivati al punto di fare l'upload del file di testo. Torniamo su CreateSpace dove ritroveremo il nostro progetto in corso. Una grande comodità di questo servizio è quella di poter accedere alle varie sezioni del progetto in qualsiasi momento, separatamente, e prenderci tutto il tempo che occorre per completare ogni sezione.

martedì 1 novembre 2016

Come fare un'edizione cartacea con CreateSpace (parte 1)

Il self publishing è un concetto tipicamente abbinato al libro digitale, all'ebook. Tuttavia, grazie alla possibilità offerta da alcuni servizi di stampa su richiesta (print on demand), per un autore fai-da-te oggi è molto facile abbinare alla vendita dell'ebook anche un'edizione cartacea.

Cosa significa? In pratica, si offre la possibilità a chi vuole leggere il nostro libro di acquistarlo nel classico testo su carta. Infatti, sarà il servizio a cui si rivolgeremo a occuparsi di stampare e inviare una copia a chi la richiede, il tutto con costi contenuti per chi acquista e senza spese da parte nostra.

Prima di tutto bisognerebbe però chiedersi: vale la pena di realizzare un'edizione cartacea per la nostra opera? 

venerdì 28 ottobre 2016

Ariano Geta presenta “Storie di scrittori”

Sinossi


Chi è realmente uno scrittore?
Un cultore delle parole che crede fanaticamente in ciò che scrive?
Un freddo professionista dell'intrattenimento che redige libri basandosi su rigidi meccanicismi narrativi?
Un ingenuo inetto alla vita poiché perennemente assorto nelle sue fantasie?
Uno scontento che tenta di dare un senso al proprio disadattamento trasformandolo in una riflessione mascherata da romanzo?
Nei sette racconti che compongono questa raccolta ho cercato una possibile risposta. 

Ariano Geta, autore del blog omonimo, inaugura questo ciclo di presentazioni su Anima di carta, parlando della sua raccolta di racconti “Storie di scrittori”. Sarà lui stesso a raccontarci di cosa si tratta.

martedì 25 ottobre 2016

Di cosa si nutre la mia scrittura


Esiste una specie di legge di Murphy dello scrittore, in base alla quale quando abbiamo molto tempo a disposizione e ci mettiamo con le migliori intenzioni al computer per scrivere, ci ritroviamo a fissare lo schermo colmi di frustrazione. E quando corriamo trafelati a destra e a manca senza un secondo libero, è la volta che ci vengono in mente mille idee, senza la possibilità di sederci e metterle nero su bianco. Scommetto che vi sono capitate entrambe le situazioni. A me moltissime volte. In questo periodo in particolare il mio romanzo progredisce al ritmo di un bradipo ubriaco, e io continuo a chiedermi: dannazione, perché non riesco a scrivere? Cosa mi manca?

Sarà che la scrittura è qualcosa di molto più sfuggente di quanto ci piace pensare. Tentiamo di inquadrarla sui nostro blog riducendola a delle ricette, ma poi dobbiamo fare i conti con l'imprevedibilità e i capricci di una Musa che non sembra avere regole, che si fa viva quando le gira e ci concede i suoi favori spesso nel momento meno opportuno.
Tuttavia, pur tenendo conto di questa imprevedibilità, penso che ognuno di noi abbia dei fattori che influenzano la scrittura in positivo o in negativo, che determinano l'alta o bassa marea in fatto di ispirazione. E così, prendo spunto da un articolo di Chiara Solerio Di cosa ha bisogno la nostra scrittura? per raccontarvi cosa serve a me per scrivere (oltre a un computer...).

venerdì 21 ottobre 2016

Presenta il tuo libro: calendario provvisorio

Prima di tutto vorrei ringraziare tutti gli autori che hanno accolto con entusiasmo la mia proposta di presentare un libro su questo blog, ne sono davvero molto contenta, anzi non mi aspettavo tutta questa partecipazione! Spero che sarete in tanti anche a leggere le presentazioni e che non accada come in certi eventi in libreria con due gatti intorno all'autore...

Devo ammettere, comunque, che compilando questo calendario mi sono sentita un po' a disagio perché mi sembra di ipotecare il futuro con date che arrivano tanto lontano nel tempo. Sto quindi ipotizzando – nel caso le presentazioni riuscissero gradite in termini di visite e commenti – di aumentare la frequenza.

martedì 18 ottobre 2016

A qualcuno piace self

Ovvero qualche riflessione sul mio primo anno da selfpublisher.

I vecchietti dei Muppets sono qui per esorcizzare la mia ansia da criticoni

Comincio con il confessare che sono diverse settimane che mi ripropongo di scrivere questo post. Dentro di me ho incontrato una certa resistenza e anche difficoltà a tirare le somme. Resistenza perché parlare di questo argomento in modo teorico mi ha stancata e soprattutto mi hanno stancato i giudizi della gente, le opinioni parziali, soprattutto quelle sussurrate alle spalle. Ma parlavo anche di difficoltà, perché trarre delle conclusioni da quest’esperienza richiede una lucidità che non ho in questa specifica fase della mia vita. Ma voglio comunque provare a farlo.

martedì 11 ottobre 2016

Intervista a Stefania Crepaldi, editor

Ho conosciuto la protagonista di quest'intervista, Stefania Crepaldi, qui su Anima di carta. Di solito do sempre un’occhiata ai blog delle persone che lasciano un commento, e quando mi è capitato con lei sono rimasta davvero a bocca aperta. Il suo sito/blog Editor Romanzi infatti è una vera miniera d’oro per chi scrive, ricco di risorse, consigli, e lascia trapelare una grande professionalità e competenza come editor di narrativa. Una prima impressione che è stata pienamente confermata in seguito.
Dunque sono molto contenta oggi di potervela presentare in quest’intervista.