Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2018

Anima di carta si prende una pausa (e io pure)

Questa volta è ufficiale: il blog va in pausa per tutto agosto.
Vi auguro un periodo di svago e serenità, per quanto ce lo concederà il caldo.
Ci rileggeremo a fine mese!

La fragilità dell'io che scrive

Sì, sono di nuovo qui. Pare che nonostante i propositi di staccare proprio non riesca a lasciare andare il blog, eh?
Sarà che la (ri)scrittura in questo periodo mi assorbe parecchio, portando con sé anche tante riflessioni.

Per esempio sono sempre più consapevole di quanto l'esperienza della scrittura sia qualcosa di estremamente delicato, da proteggere a ogni costo.

Tempo fa leggevo di un'autrice americana che confidava nella sua newsletter di aver smesso di leggere le recensioni ai suoi libri durante la stesura di una nuova storia. Affermava di sentirsi troppo vulnerabile rispetto alle critiche, al punto che le toglievano la voglia di scrivere. Questo pensiero mi aveva colpito molto perché anche a me basta molto poco per incrinare il mio desiderio di scrivere.

Intervista per RadioRadio

Mi affaccio di nuovo da queste parti per condividere con voi l'intervista andata in onda la scorsa settimana su RadioRadio 104.5 FM nel programma Roma byNight.
Normalmente non ho una voce così roca, ma a quanto pare l'emozione gioca brutti scherzi. Non sono mancati neppure i momenti di panico e qualche incertezza, ma insomma è andata così...
Se volete ascoltarla (dura una decina di minuti), potete farlo nel box qui sotto.

Buoni propositi di metà anno

Quando entri su Facebook e provi un senso di nausea qualsiasi post ti capiti sotto gli occhi, probabilmente è il segno che hai dato fondo a tutte le energie e hai bisogno di una consistente pausa.
Di solito arrivo a questo periodo dell'anno e mi butto sulle agognate vacanze nella speranza di ricaricare le batterie e tornare alle solite cose con nuova energia e nuovo entusiasmo. A volte però non basta rallentare o staccare perché ciò avvenga. Quello di cui mi sto rendendo conto in questo periodo è che se sono approdata a luglio con tanta stanchezza sulle spalle è perché forse ho davvero preteso troppo da me stessa e soprattutto ho dato troppa attenzione a cose che non lo meritavano. Insomma, mi osservo e penso che servirebbe un po' di decluttering nelle mie attività web per non ripartire a settembre pronta a dilapidare le energie riconquistate in breve tempo.

Davide Rossi presenta “E alla fine c'è la vita”

Il libro che vi propongo questo mese è un romanzo scritto da Davide Rossi. Ci parlerà della storia lo stesso autore.

“Tecniche di oratoria” - Intervista a Elena Ferro

Il testo che vi presento oggi è un manuale destinato a chi si trova nella necessità di parlare a un pubblico e desidera farlo al meglio, vincendo le ansie e le difficoltà che ostacolano la comunicazione. A mio parere non si rivela valido solo in questi specifici casi, ma in molte altre situazioni in cui siamo alle prese con un pubblico più o meno grande, più o meno concreto.