Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2019

Riordinare casa, due libri a confronto

Immagine
Fonte Pixabay (Magari fosse casa mia!) In un periodo della vita in cui sento l’esigenza di un riordino interiore ed esteriore, ho preso in mano i due libri di cui vorrei parlarvi oggi.

4 anni come autrice indipendente

Immagine
Quattro anni fa esordivo come autrice self. Sono giorni che penso a ciò che vorrei scrivere in proposito. Non è affatto facile, perché si sarebbero tante cose da dire. Oggi però vorrei lasciare da parte le considerazioni pratiche e tutti gli argomenti che più o meno approfonditamente ho trattato in questi anni sul self publishing (così come quelli che intendo affrontare in post futuri) e provare a tirare fuori alcune impressioni a caldo su questa esperienza.

"Ci scambiamo una recensione?" No, grazie

Immagine
Fonte Pixabay Prima o poi è capitato a tutti gli autori. Una proposta dall'apparenza innocente, anzi perfino allettante, dalla quale è facile farsi tentare. Ci scambiamo i libri? Okay, cosa c'è di male? ci diciamo. Le recensioni sono preziose, sono in pochi a lasciarle, quindi sembra una proposta che non si può rifiutare. Inoltre, le manifestazioni di solidarietà tra scrittori, diciamocelo, sono piuttosto rare. E dunque perché non approfittarne? In realtà con l'esperienza si impara che non si tratta affatto di solidarietà tra autori ma solo di una comune pratica opportunistica e che le insidie sono tante. Vediamo quali.

“L'ultimo dei Bezuchov” - Intervista a Marco Freccero

Immagine
Ho tardato a scrivere di questo romanzo di Marco Freccero , non solo per mancanza di tempo, ma soprattutto perché volevo lasciar sedimentare le impressioni che ne avevo ricevute. Si tratta infatti di una storia particolare, distante dal genere che di solito leggo e con tratti inusuali rispetto alla narrativa dei giorni nostri. La trama si dipana tra due tempi, passato e presente, e si concentra sull’incontro casuale tra due persone molto diverse, che si svolge in treno. Si viene subito immersi in un’ atmosfera quasi surreale , mentre assistiamo allo scambio intenso e trascinante tra i due.

Alludi, non svelare

Immagine
Fonte foto: Pixabay Una delle grandi sfide della scrittura, secondo me, è quella di mantenere alta la tensione lungo le pagine senza far uso a colpi di scena o all'azione . Oggi i lettori, abituati ai ritmi frenetici delle serie tv, dove i fatti si succedono spesso in modo rapido, sono insofferenti al modo di raccontare più pacato e descrittivo della narrativa. Eppure, è necessario tenere il lettore all'erta, tenere viva la sua curiosità anche quando succede poco e niente. In qualsiasi genere narrativo. Nel romanzo che sto scrivendo, avverto in modo particolare questa sfida. Si tratta infatti di una storia dove i segreti hanno un ruolo preponderante. Mi sono chiesta dunque come gestire le informazioni, cosa nascondere, quanto svelare e quando farlo.