Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2020

Come sono cambiate le mie abitudini di lettura

Immagine
Quando ero piccola mi piaceva immaginare un futuro in cui i libri si potevano leggere su un piccolo schermo. Non so dove avessi visto questo tipo di dispositivo, sono abbastanza sicura di averlo notato in qualche film di fantascienza. Ebbene, oggi questa è una realtà. Adoro il mio e-reader (un Sony che ho da sette anni ormai), eppure, oggi mi accorgo che ha cambiato in modo radicale il mio approccio ai libri. E non sempre in senso positivo. Delle mie manie-abitudini ho parlato tempo fa in questo post:  20 CURIOSITÀ SULLE MIE ABITUDINI DI LETTURA Oggi invece vi racconterò quali nuove abitudini ho preso.

Le parole di cui siamo golosi

Immagine
Ho una fissazione per le ripetizioni. Quando rileggo un mio testo e vedo parole ripetute a breve distanza una dall'altra, mi faccio prendere dall'agitazione. Come ho potuto non notarlo? Dove avevo la testa? E subito mi affanno a cercare un sinonimo o una parafrasi per evitare l'odiosa ripetizione. Del resto già saprete di questa mia fissazione, visto che ho scritto svariati post in proposito. Scovare ripetizioni in un testo I miei cinque strumenti per trovare la parola giusta La ricerca della parola giusta L'ossessione per determinate parole Oggi però non voglio soffermarmi tanto sulle ripetizioni in generale, quanto sulle specifiche parole o espressioni ricorrenti che ognuno di noi usa inconsciamente più volte , insomma sulle parole che ricorrono spesso nei nostri scritti perché ci piacciono, perché evocano concetti o emozioni che vorremmo trasmettere più spesso, perché possiedono una sonorità che ci attrae o perché esercitano su di noi un fascino speciale.

10 curiosità sul romanzo che sto scrivendo

Immagine
Foto Pixabay Un anno fa, in questo periodo, avevo cominciato a lavorare al mio quarto romanzo e avevo la folle idea di finirlo in pochi mesi. Come prevedibile, non è andata così. Un po' perché la vita si è messa in mezzo, un po' perché era davvero improbabile che un romanzo di circa trecento pagine con una trama per nulla lineare, potesse essere chiuso in poco tempo. Oggi capisco che i miei tempi sono quelli che sono, scrivo lentamente, ho la pessima abitudine di revisionare mentre scrivo e in più la mia progettazione è scarsa o quasi nulla. Pure a passo di tartaruga, però, il romanzo è in dirittura di arrivo. Non ne ho ancora idea di quando sarà pubblicato. Buona parte dei capitoli deve essere ancora revisionato, il finale rimaneggiato e ho ancora molto lavoro da fare sui dettagli. Ma si comincia a vedere la luce in fondo al tunnel! E così ho pensato di darvi qualche anticipazione sparsa...