Passa ai contenuti principali

In primo piano

7 blog per un autore - Teresa D.G.

Come sapete ormai, il giovedì è dedicato alla rubrica 7 blog per un autore, che ogni settimana propone un approfondimento di un libro attraverso un mini blog tour realizzato in collaborazione con altri sei blog, da un'idea di Federica di Gli occhi del lupo. Scopriremo oggi il messaggio che l'autrice della settimana vuole lasciare con il suo romanzo.

10 curiosità sul romanzo che sto scrivendo

Foto Pixabay

Un anno fa, in questo periodo, avevo cominciato a lavorare al mio quarto romanzo e avevo la folle idea di finirlo in pochi mesi. Come prevedibile, non è andata così. Un po' perché la vita si è messa in mezzo, un po' perché era davvero improbabile che un romanzo di circa trecento pagine con una trama per nulla lineare, potesse essere chiuso in poco tempo. Oggi capisco che i miei tempi sono quelli che sono, scrivo lentamente, ho la pessima abitudine di revisionare mentre scrivo e in più la mia progettazione è scarsa o quasi nulla. Pure a passo di tartaruga, però, il romanzo è in dirittura di arrivo. Non ne ho ancora idea di quando sarà pubblicato. Buona parte dei capitoli deve essere ancora revisionato, il finale rimaneggiato e ho ancora molto lavoro da fare sui dettagli. Ma si comincia a vedere la luce in fondo al tunnel! E così ho pensato di darvi qualche anticipazione sparsa...

1
Si tratterà di un noir/thriller psicologico.


2
A differenza degli altri miei romanzi, qui non ci saranno elementi esoterici, paranormali, sovrannaturali.


3
La protagonista è Valeria, una donna di 35 anni. Sarà lei a raccontare in prima persona.

Foto Pixabay


4
Nel primo capitolo c'è una torta al cioccolato. Ora scusate, ma mi è venuta fame. Ci vediamo dopo.

Foto Pexels


5
Rieccomi. Allora... La storia è ambientata in uno dei castelli romani (il mio preferito). Niente foto del paese, ma vi do un piccolo indizio...

Foto Pixabay


6
Nel romanzo c'è una biblioteca. Non una qualsiasi, però. Si tratta di una biblioteca privata dedicata alla musica. 

Foto Pexels


7
Tutto ha inizio con una fuga in auto nel cuore della notte.

Foto Pixabay


8
Il titolo del romanzo comincia per S.



9
La citazione iniziale è di Friedrich Nietzsche e contiene indizi sulla storia stessa. Eccola qui:
“Quel che si fa per amore lo si fa sempre al di la del bene e del male”.



10
E per finire, un assaggino di incipit...


Tutto qui per ora. Vi ho incuriositi?

Commenti

  1. Sì, parecchio. Quasi quasi ti rubo l'idea ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ruba pure! Allora aspetto il tuo post, sono molto curiosa ^_^

      Elimina
  2. Nemi con il suo lago (o sbaglio?), una biblioteca dedicata alla musica. Be' già mi hai coinvolto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non posso né confermare, né smentire, ma bravo :D
      Felice di averti coinvolto!

      Elimina
  3. Molti scrittori scrupolosi rileggono e ricorreggono il loro scritto prima di pubblicarlo.Non ci vedo nulla di male,anzi evidenzia che ci tieni a far uscire un buon prodotto! Certo che hai incuriosito parecchio! :-) Antonella Aeglos Astori

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne sono contenta! Io mi rammarico di metterci tanto, ma mi sa che dovrò rassegnarmi...

      Elimina
  4. Ciao!sarà molto interessante. Mi incuriosisce , aver cambiato genere. Ottima mossa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Un cambio di genere non Tanto radicale, ma comunque avevo voglia di scrivere qualcosa di un po' diverso. E' stato stimolante e non credo resterà l'unica storia (almeno spero).

      Elimina
  5. Beh, complimenti perché è davvero un ottimo modo per incuriosire il lettore.
    Incipit favoloso, immagino già che l'assassino abbia tutta la ragione del mondo XD

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie infinite, Moz! Beh non posso fare spoiler ;) :D

      Elimina
  6. Mentre Nietszche mangiava una fetta di torta al cioccolato (indizio 4), si ricordò di Valeria (indizio 3) che ne mangiava tre fette al colpo. E siccome il Nostro non mangiava la torta perché gli piaceva, ma per amore di Valeria, ecco la citazione dell’indizio 9.
    Valeria, però scappa nel futuro e ne rimane traumatizzata: ancora convinta di vivere negli anni a cavallo fra il 1844 e il 1900 corre in auto (indizio 7) verso la biblioteca del castello alle fragole (indizi 5 e 6) sperando di trovare le composizioni sinfoniche di Nietzsche (che comunque non trova).
    Si dà il caso che quello fosse il giorno del compleanno di Valeria (da cui indizio 10 incipit) che – non avendo trovato la sinfonia nicciana - decide di ucciderlo (quindi gli indizi 1 e 2 ci stanno!)
    E quindi il titolo (indizio 8) del romanzo è: SE LO TROVO LO FACCIO FUORI

    Ho indovinato?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahah Ho riso un sacco a leggere la tua ricostruzione, che fantasia sfrenata :P

      Elimina
  7. Ma certo che sì! Intanto perché voglio vedere come avrai costruito un thriller a sfondo psicologico, qualcosa di veramente difficile. Mi intriga che sia ambientato "in uno dei Castelli romani" tuoi preferiti, insomma... da queste parti! Sicuramente quindi avrai conosciuto questo luogo, lo avrai visto, e siccome io ho praticamente insegnato in tutti i paesini qui attorno, allora sarà bello "vederli" con altri occhi, come sfondo di un'ambientazione. Io, insomma, ci sarò.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Luz, sono contenta del tuo interesse.
      Sì, è stato veramente difficile affrontare il genere, soprattutto perché immergersi in una storia di questo tipo è emotivamente straniante, a volte.
      Sul paesino, spero di aver dato le giuste pennellate, di fatto fa solo da sfondo. Ma magari ti chiederò numi ora che so che li conosci tutti ;)

      Elimina
  8. Ho idea che sarà un bellissimo thriller, mi hai incuriosito, sì lo ammetto.
    Le tue modalità di scrittura assomigliano un po' alle mie ( ti confesso che anch'io ogni tanto mi metto in testa di scrivere un romanzo in pochi mesi, ma serve tempo, se vuoi fare un buon lavoro, è inutile negarlo...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono felice di averti incuriosito, Giulia!
      Eh sì, ci vuole tempo. Finora non ho mai impiegato meno di un anno, dovrò farmene una ragione. Mi sa che abbiamo lo stesso modo di procedere, io e te ;)

      Elimina
  9. Certo che mi hai incuriosita.
    Posto che il noir è tra i miei generi preferiti, anche gli altri input mi piacciono.
    Aspetterò di veder realizzato il tuo libro, ma non metterti fretta. É giusto che cresca come un figlio, con i suoi tempi ed i tuoi. 😉

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta, Claudia!
      Sì, non mi metterò più fretta. Ormai ho imparato la lezione :) Ci vuole tempo anche per immergersi nella storia...

      Elimina
  10. Sono curiosissima! È proprio il mio genere. Non lo perderò di certo.

    RispondiElimina
  11. Gli spoiler dei romanzi fatti dagli autori stessi sono bellissimi! I tuoi sono molto intriganti! :)

    RispondiElimina
  12. Direi che non mi aspetto niente di meno di quello che hai detto, e cioè... sicuramente tutto da scoprire, e non vedo l'ora.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Nadia! In effetti sono stata parecchio criptica :D Senz'altro più avanti vi racconterò qualcosina in più, intanto grazie ancora per il tuo interesse :*

      Elimina
  13. Eccezionale...ci lasci in sospeso!
    Brava :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Monica ^_^ Eh sì, un po' di suspense in linea con il romanzo...

      Elimina
  14. Incuriosita sì, eccome! Ottima l'idea di questi "assaggini", anche se il tuo romanzo lo avrei letto comunque. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per la tua fiducia, allora! Sono in quella fase in cui dubito di tutto, quindi l'incoraggiamento non può che far bene ^_^

      Elimina
  15. Arrivo in ritardo ma ti ricordo che se vorrai sarò ben contento di segnalare sul blog il tuo romanzo non appena uscirà.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei davvero gentilissimo, Nick! Ti ringrazio di cuore per la tua disponibilità, sarà un grande piacere per me una tua segnalazione. C'è tempo, comunque... ;)

      Elimina
  16. Ciao Maria Teresa,
    dire che mi hai incurisito è dire poco, già pregusto l'idea di dialogare su questo nuovo romanzo. Però tranquilla, qui nessuno ti da fretta :-) Anch'io ho il vizio di tornare qualche pagina indietro da dove dovrei riprendere a scrivere e mi metto a revisionare. Curare i dettali e rendere il libro al meglio è giusto, continua così.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Renato, mi rende felice saperlo! Spero anche io che avremo occasione di dialogare sul nuovo libro.
      Sulle revisioni in fase di scrittura, sono scesa a patti. Anche perché non so fare altrimenti. A volte mi sembra un lavoro infinito...

      Elimina
  17. "Che regalo vuoi per il tuo compleanno?"
    "La tua morte..." gli risposi.

    Si, incuriosita si. Attenderemo. :)

    RispondiElimina

Posta un commento

Ogni contributo è prezioso, non dimenticarti di lasciare la tua opinione dopo la lettura.
Se vuoi ricevere una notifica per e-mail con le risposte, metti la spunta su "inviami notifiche".
Ti prego di non inserire link o indirizzi e-mail nel testo del commento, altrimenti sarò costretta a rimuovere il commento. Grazie!

Info sulla Privacy

Policy Privacy di Google per chi commenta con un account Blogger o Google+