Passa ai contenuti principali

Post

5 luoghi comuni da sfatare sulla scrittura

In questo periodo mi capita spesso di riflettere sulla relatività di alcuni modi di pensare o affermazioni, che si tramandano da persona a persona e che hanno su Internet terreno fertile per attecchire, ma che andrebbero secondo me considerati in modo meno radicale. In particolare, nel mondo della scrittura ci sono determinati punti di vista che vengono spacciati per verità assolute, ma che in realtà non lo sono affatto.
Nella realtà infatti siamo tutti diversi, con il nostro bagaglio di esperienze, la nostra personalità, il nostro peculiare approccio alle cose, quindi non possono esistere verità incontrovertibili in un campo creativo come la scrittura. Per non parlare del fatto, che se qualcosa è valido in linea di massima, esistono comunque delle eccezioni.

Ilaria Vecchietti presenta “L’ultima chance...”

Ospite di oggi del blog è Ilaria Vecchietti per presentarci la sua ultima pubblicazione, il racconto intitolato “L’ultima chance...”. Lascio all'autrice la parola per scoprire di cosa si tratta.

Lontana dalla rete

È passato un po’ di tempo dal mio ultimo post e mi ritrovo oggi a riprendere il mano il blog non senza una dose di fatica, ma consapevole che a volte è indispensabile scrollarsi di dosso l’indolenza prima di scivolare in un blocco irreversibile di cui ci si può pentire.

I motivi della mia assenza dalla rete di queste ultime settimane sono svariati, e in particolare alcune circostanze impreviste e alquanto fastidiose mi hanno costretta a uscire dal mio nido e a occuparmi di questioni pratiche. Ciò ha ridotto notevolmente il tempo libero ma soprattutto le energie, tanto che è stato inevitabile abbandonare gradualmente la maggior parte delle solite attività.

Ma se voglio essere onesta, ai vari impegni e impedimenti si è anche aggiunta negli ultimi tempi una certa resistenza a riprendere contatto con il web in generale, i social, il blog e così via. Diciamo che la lontananza forzata mi ha portata a guardare il virtuale in modo più disincantato e a capire che molte delle attività a cui de…

“Il giardino Viola”, intervista a Nadia Banaudi

Oggi vi parlerò di un romanzo molto particolare, che meriterebbe più attenzione e visibilità a mio avviso. Si tratta de Il giardino Viola di Nadia Banaudi, che ho avuto già il piacere di intervistare tempo fa dopo aver letto la sua raccolta di racconti Vita e riavvita (trovate qui la nostra chiacchierata).

Prima di raccontarvi di cosa si tratta, vorrei segnalarvi che in questi giorni (dal 16 al 20 aprile) l'ebook de Il giardino Viola è in promozione gratuita su Amazon, un'occasione davvero da non perdere!

Mattia Cattaneo presenta “E le stelle brillano ancora”

Salve, amici!
La presentazione di oggi è dedicata al romanzo di Mattia Cattaneo
E le stelle brillano ancora. L'autore stesso, come sempre, ce ne parlerà in prima persona. E per farlo ha scelto una sorta di elenco di elementi presenti nella storia... Lascio a lui la parola.

“Tra l'ombra e l'anima” in regalo (e nuove recensioni)

Cari amici, oggi sarò davvero molto breve. È un periodo intenso e impegnativo (e non in senso buono), tanto che per le prossime settimane sarò costretta a diradare un po' i miei aggiornamenti e la mia presenza in rete. Volevo comunque segnalarvi un paio di cose riguardanti il mio ultimo romanzo...

Caterina Stile presenta “Affinità di coppia”

Buongiorno a tutti! Oggi in via eccezionale vi proporrò non un romanzo ma un saggio. Si tratta di “Affinità di coppia”, scritto da Caterina Stile, fondatrice del sito Sapere & potere. E come sempre sarà l'autrice stessa a parlarcene. Scopriamo insieme perché ci si innamora di una specifica persona...

“Cercando Goran”: intervista a Grazia Gironella

“Cercando Goran” di Grazia Gironella è il romanzo di cui vi parlerò oggi, un mystery affascinante, ben scritto e curato in ogni aspetto.
La destabilizzante perdita della memoria che colpisce il protagonista in seguito a un incidente e il sorgere di ricordi estranei alla vita vissuta fino a quel momento: questi i temi della storia, che rappresenta una sorta di viaggio esteriore e interiore, alla ricerca di un’identità più profonda e sfuggente.

Un autore deve essere simpatico?

In questi giorni mi sto chiedendo: un autore deve essere simpatico per vendere i propri libri, per avere successo?

Certo che no, direte. La risposta sembra scontata, perché non c'è, anzi non deve esserci, alcun legame tra l'opera e chi l'ha creata. Leggiamo libri perché ci interessano, ci immergiamo nelle storie perché qualcosa ci ha attratto; trama, copertina, tema, recensioni, ecc. E ne facciamo un'esperienza più o meno piacevole a prescindere da chi lo ha scritto. Eppure secondo me la questione non è così lineare come sembra.

Se vi chiedo in che misura vi fate influenzare dall'autore nello scegliere o meno un libro, la risposta cambia? Spero mi risponderete nei commenti, intanto provo a ragionarci su.

Giorgio Arcari presenta “LoveSongs”

Buon venerdì, amici! Dopo il romanzo di due settimane fa, vi propongo oggi un altro libro legato alla musica. Si tratta di “Lovesongs”, una particolare raccolta di racconti scritta da Giorgio Arcari e pubblicata di recente da Aiep Edizioni. Leggiamo insieme di cosa si tratta...