Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2012

Tic tac... tic tac... Come il fattore tempo accresce la tensione

Una bomba che sta per esplodere, l'eroe che cerca di disattivarla in tempo, prima che si verifichi una strage. Vi è familiare questa situazione? Credo proprio di sì, visto che è ormai è talmente usata nei film da essere diventata un cliché.

Si tratta però anche di una situazione-tipo che illustra una tecnica usata da scrittori e sceneggiatori. La “corsa contro il tempo” è infatti un buon modo per far sì che la tensione aumenti in una storia e che gli eventi portino a una crisi.

Le 7 paure di chi scrive

Your Writing Coach è il titolo di un libro che sto leggendo (molto lentamente visto che è in inglese) e che si propone di aiutare chi vuole iniziare a scrivere e chi vorrebbe scrivere di più e meglio. In effetti, quale scrittore non vorrebbe un "allenatore" personale?
L’autore, Jurgen Wolff, inizia parlando delle paure che tutti gli scrittori provano, paure che costituiscono un freno al processo creativo, che spesso ci bloccano o magari rappresentano delle scuse con noi stessi per non portare avanti quello che abbiamo iniziato.
Sono di certo emozioni che accomunano un po’ tutti quelli che scrivono e in molte di esse (forse in quasi tutte) mi ci sono ritrovata anche io.

Teniamo sotto controllo la nostra privacy

È già un po’ di tempo che provo una certa insofferenza verso Facebook, mentre apprezzo sempre di più altre forme di condivisione come i blog. Facebook assomiglia ai miei occhi sempre più a una rivista che posso sfogliare di tanto in tanto, ma che mi lascia poco dentro, se non spesso una grande noia... In ogni caso, quello che mi rende sempre più perplessa è il modo in cui la nostra privacy viene violata proprio da Facebook, e non solo da lui.

Come scrivere una sinossi?

In questi giorni sono alle prese con la (complicata) questione di scrivere una sinossi per il mio ultimo romanzo e ho pensato di condividere le mie “scoperte” con voi.

Di certo saprete che se volete inviare un testo a un esperto per una valutazione, a una casa editrice per una proposta editoriale, o se volete partecipare a un concorso letterario, dovete  allegare una sinossi. La maggior parte delle case editrici lo specifica in modo chiaro (in aggiunta al testo completo o più spesso a un estratto del testo), mentre in altri casi non viene fatta nessuna richiesta. In ogni caso, mandare una sinossi è comunque un bene.

Appunti, preziosi amici di chi scrive

Parlavo tempo fa con una lettrice di questo blog a proposito di come trovare il tempo per scrivere quando si hanno troppi impegni. In effetti è un argomento che viene fuori spesso tra persone che amano scrivere, soprattutto quando i romanzi non ci danno da vivere, ma sono solo un hobby (o una necessità vitale?).

Quando siamo travolti dalla vita quotidiana e sociale, dal lavoro e da altre mille questioni di cui dobbiamo occuparci, si finisce col sacrificare proprio ciò a cui teniamo tanto, la scrittura. Troppo spesso per me è così. Mi dico “più tardi mi metto a scrivere”, per poi rimanere incastrata in altre faccende e accorgermi di aver perso del tutto la voglia e, quel che è peggio, l’ispirazione.