Passa ai contenuti principali

In primo piano

Stefano Monteghirfo presenta “La confraternita del tempo”

Buona domenica! Quest'oggi vi propongo una nuova presentazione di libri. L'autore che ospito è  Stefano Monteghirfo , che ci parlerà del suo romanzo  “La confraternita del tempo”. 

Guardando al 2021 con cauta fiducia

 


Bentornati! Prima di tutto vi rivolgo un sincero augurio per l'anno appena iniziato, che sia per tutti voi fonte di gioia e soddisfazioni.

In questi giorni sto leggendo in giro che le persone nutrono grandi aspettative per quest'anno, guardando al contempo al 2020 come un anno terribile da dimenticare. Ebbene, devo confessare che non riesco a essere altrettanto ottimista, né a confidare in una risoluzione rapida di una situazione così critica. Credo che dovremo restare con la guardia alta per molto molto tempo. Tutto quello che mi sento di fare al momento è di sperare per il meglio e cercare di fare il possibile per vivere serenamente.

Per me il 2021 non è iniziato al massimo per problemi di salute, ma in compenso ci sono anche buone notizie, a iniziare dalla guarigione dei miei zii dopo un lunghissimo periodo in ospedale. 

In questo periodo ho portato anche avanti, seppure a rilento, il nuovo romanzo. Sono ormai in dirittura d'arrivo, visto che mancano solo tre capitoli e una parziale revisione. E ho già buttato giù delle ipotesi di copertina e di quarta di copertina.

Altra novità positiva è che il mio ultimo romanzo Sarà il nostro segreto è stato selezionato da Amazon per una promozione mensile: per tutto gennaio sarà in sconto a 1,50 €. Lo trovate qui: https://www.amazon.it/dp/B087YS37B7/

Come dicevo all'inizio, si tende a guardare l'anno appena passato come uno dei più brutti, ma in verità facendo dei bilanci mi rendo conto che non vanno offuscate le cose belle che a dispetto di tutto sono arrivate.

Da un punto di vista di scrittura e pubblicazioni, ho pubblicato lo scorso maggio un romanzo in pieno lockdown e a dispetto di tante previsioni negative, si è rivelata una scelta felice. Sarà il nostro segreto mi ha dato tante soddisfazioni sia in termini di vendita che di riscontri.

Un'altra cosa positiva è stata l'uscita dalla crisi scrittoria di inizio anno, che mi aveva portato a ipotizzare di smetterla di scrivere e pubblicare. Non solo ho iniziato una nuova storia, ma sono arrivata anche quasi alla conclusione, in tempi molto più celeri del solito.

Una delle sfide che non ho ancora vinto riguarda invece questo blog, che da un po' a questa parte non riesce più a emozionarmi come prima, anzi. Nonostante l'intento di non lasciarlo morire di inedia e le pause di riflessione, non lo sento più come una priorità e di conseguenza faccio molta fatica ad aggiornarlo. 

Altra fatica di questo periodo è la lettura, con molti romanzi iniziati e nessuno che sia riuscito davvero a catturarmi. Continuerò a cercare una storia che mi coinvolga davvero...

Nel salutarvi, vi ricordo la promozione di questo mese di Sarà il nostro segreto. Se volete approfittarne, basterà andare su Amazon e acquistare l'ebook a prezzo scontato.


Com'è iniziato il nuovo anno per voi? Fatemelo sapere nei commenti!

Commenti

  1. Buon anno Maria Teresa, sono felice per i tuoi parenti guariti, ma mi spiace per i tuoi problemi di salute. Io ero fiduciosa verso quest'anno nuovo, finalmente il vaccino, ma ora, senza dilungarmi, è sotto gli occhi di tutti il nuovo disastro lombardo, che davvero non fa che avvilirmi e preoccuparmi. Scusami per la parentesi politico-sociale ma chiaramente influenza la mia percezione del futuro. La mia attesa nel comprare il tuo romanzo, e me ne scuso, è stata premiata, l'ho appena acquistato a 1.50 e sono felice per te perché queste promozioni funzionano sempre moltissimo e sono anche indice che Amazon crede in te. Ottimo.
    Saraà, o almeno così lo vedo io, un anno di passaggio, in cui staremo ancora molto in casa e per questo è necessario trovare buoni libri da leggere, da me trovi le ultime letture che mi hanno soddisfatta appieno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prima di tutto grazie di cuore per il libro, Sandra, incrocio le dita che sia di tuo gusto.
      Per il resto, capisco bene lo scoraggiamento, ma speriamo che sia proprio come dici, un anno di passaggio, in attesa di tempi più felici, un necessario periodo di assestamento. Mi auguro anche che il vaccino funzioni, mio fratello lo ha fatto proprio in questi giorni, ma per noi immagino ci sarà parecchio da aspettare.

      Elimina
  2. Cara Maria Teresa, intanto ricambio gli auguri di cuore! Come te penso che dal 2021 non dobbiamo aspettarci molto, credo che conosceremo ancora gli effetti del virus a lungo e poi il dopo, sarà alquanto complicato. L'umore ma anche le nostre capacità economiche saranno messe a dura prova, se non lo son già, insomma, non 'è spazio per i sogni. O forse si? Forse proprio questo è il momento di sognare...
    Sognare nuove storie, nuove strade, per restare vivi ora e dopo. Congratulazioni per il buon andamento del romanzo. Uscire durante la pandemia non è stato un buon affare per tutti gli scrittori, dunque bene! Hai un pubblico che ti segue e ti apprezza ed è un bene prezioso. Anche io ho avuto problemi sia con la lettura che con la scrittura. Pochi mesi fa ero nel mood "ora smetto, che scrivo a fare?" e cose del genere. Poi passa.
    Scrivo nuove storie, leggo e progetto il futuro. Anche per il blog ho nuovi progetti. Insomma, sto bene e cerco di lasciare i momenti tristi e angosciati relegati a pochi attimi della mia giornata. Vado avanti. Andiamo avanti! Un abbraccio e buon 2021

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore Elena. Speriamo che ci sia sempre spazio per i sogni, anzi ne abbiamo decisamente bisogno per non farci travolgere dalle cose brutte. Sono contenta che tu sia uscita dal periodo "no" per la scrittura e sia immersa in nuovi progetti. Davvero è necessario tenere viva l'immaginazione, la voglia di fare, ora più che mai. Io sono un po' in crisi con la lettura, ma confido di uscirne presto ^_^

      Elimina
  3. Cara Maria Teresa sono felice che i tuoi zii siano guariti, mi dispiace per i tuoi problemi di salute spero che tu li risolva (ti confesso che anch'io ultimamente ho una serie di disturbi che non riesco a debellare neanche con le medicine, adesso sto provando a cambiare alimentazione...).
    Riguardo al 2020, adesso che è passato posso dirlo, per me non è stato affatto negativo, certo parecchio stressante a causa del virus, ma - oltre al fatto che nè io nè nessuno della mia famiglia si è ammalato - ci sono state diverse cose positive, prima di tutto i miei primi tre gialli della serie, pubblicati fuori da Amazon, hanno venduto molto bene tutto l'anno; inoltre sono uscita con il quarto episodio di Sorace per partecipare ad Amazon storyteller (se non ci fosse stato il lockdown forse non sarebbe uscito) e non è andato male. Poi ci sono state altre novità della mia vita di cui forse parlerò in un post, ma questo 2020 non posso buttarlo via, anzi è stato meglio del 2019 che è stato davvero terribile.
    Per questo affronto il 2021 con estrema cautela e un prudente ottimismo, sperando sempre che mi porti cose buone, ma senza contarci troppo, sono scaramantica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono davvero felice per le cose belle e le novità, Giulia. Come te, penso anche io che non si possa gettare via un anno che ha comunque portato anche cose positive, sarebbe ingiusto non sottolinearle.
      E' difficile mantenersi ottimisti, ma è una sfida da affrontare giorno dopo giorno.
      Riguardo alla salute, confido che cambiare alimentazione possa giovarti. Anche io sono in un periodo di disturbi vari, speriamo sia solo un'ondata passeggera!

      Elimina
  4. Buon Anno, Maria Teresa! Sono contenta che i tuoi zii si siano ripresi, meno per il tuo inizio con qualche problema di salute, magari dovuto proprio all'ansia per gli zii ricoverati.
    Il mio 2021 è cominciato con una bottiglia nuova di whisky e una di gin (ma preferisco comunque il whisky). Tanto nessuno doveva guidare, per una volta! XD
    Il mio 2020 è stato un anno ottovolante, di salite e discese, come ho spiegato sul mio blog. Ho avuto belle soddisfazioni, nonostante il periodo particolare. Non riesco nemmeno io a fare progetti sul 2021, non credo in una soluzione a breve, così come non avevo creduto che a settembre 2020 saremmo tornati alla vita normale. Mi spiace per chi ha ceduto all'illusione, anche se capisco la voglia di serenità. Penso che fino al prossimo autunno ci attendono ancora rinunce, anche se preferisco considerarle opportunità per scoprire qualcos'altro. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Barbara, buon anno anche a te!
      Ah, un ottimo inizio il tuo :D
      Hai ragione, fare progetti per il 2021 non è facile e condivido la tua visione, sia per i sacrifici che ci attendono, sia per le opportunità. A me è capitato svariate volte di aver trovato inaspettati risvolti positivi in situazioni disagevoli, quindi capisco benissimo cosa vuoi dire.

      Elimina
  5. Sono d'accordo sulla considerazione che è meglio aspettare prima di emettere giudizi sul 2021. Ovviamente si spera nel ritorno alla normalità, ma per scaramanzia non dico nulla. Io pure sono un po' meno motivato, ma quando inizio a fare qualcosa lo porto a termine, è già abbastanza. Auguri di buon anno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ariano, ricambio di cuore gli auguri. Restiamo tutti un po' scaramantici, visti i tempi. Però anche meno motivati, l'importante è non perdere la voglia di esprimere la nostra creatività ;)

      Elimina
  6. Il mio è iniziato con una partenza inaspettata e un trasloco. Ho tanti bei progetti per questo nuovo anno. Mi vivo il momento quando arriva e sogno tante cose, ancora inafferabili. In bocca al lupo per i tutto. 😘

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesca, benvenuta! E grazie di cuore, ricambio l'in bocca al lupo ^_^
      Partenza e trasloco sono cose positive, immagino. E' davvero necessario mantenere vivi i sogni e non perdersi d'animo.

      Elimina
  7. Io devo fare una confessione: escludendo il contesto della pandemia, per me il 2020 è stato un buon anno, in cui sono riuscita a muovere diversi passi verso la realizzazione personale.
    Quest'anno spero di proseguire la mia crescita, anche se vado cauta e non mi pongo obiettivi ambiziosi. La cosa migliore è vivere giorno per giorno, con piccole mete che portano sembre più vicino agli obiettivi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono più che d'accordo con te, è giusto vivere giorno per giorno ma avere allo stesso tempo dei progetti e piccole mete da raggiungere. E dunque ti auguro di portare avanti i tuoi passi di realizzazione personale anche per l'anno in corso, Rebecca!

      Elimina
  8. Ciao Maria Teresa, sono arrivata quasi per caso sul tuo blog, e ho scoperto che è interessante. Oggi leggo che il tuo libro "Sarà il nostro segreto" è in offerta su Amazon, e l'ho acquistato. Ora lo leggerò, e vedrò se sarai un'autrice che entrerà nella mia libreria. Intanto continuo a leggerti qui.
    Grazie, un saluto. Mafi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mafi, benvenuta da queste parti e grazie di cuore per aver acquistato sulla fiducia il mio romanzo. Se ti va, poi fammi sapere le tue impressioni. A presto!

      Elimina
  9. Ho l'impressione che il nuovo anno per me non sia ancora iniziato, forse perché è un periodo un po' travagliato interiormente. Ho bisogno di fare circolare meglio le energie. Comunque non ho sentito il passaggio, per così dire: non ho l'impressione che con il vecchio anno si sia chiuso niente, né in senso positivo, né in senso negativo; quanto al nuovo anno, per ora è neutro. Vedremo! Lo curerò meglio che posso. (Felice che i tuoi zii stiano bene!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi auguro, Grazia, che nel frattempo i travagli interiori si siano acquietati. Ma ti capisco, perché il passaggio di fatto è solo formale e ci si sente facilmente frastornati dal carico di aspettative che viene riversato sul nuovo anno. Io sono molto cauta sull'essere ottimista, per ora provo a guardare il positivo... quando c'è.
      (Grazie! E' un sollievo per me sapere che stanno bene, anche se uno è ancora in ospedale)

      Elimina

Posta un commento

Ogni contributo è prezioso, non dimenticarti di lasciare la tua opinione dopo la lettura.
Se vuoi ricevere una notifica per e-mail con le risposte, metti la spunta su "inviami notifiche".
Se hai problemi con i commenti, ti invito a cambiare browser. Purtroppo alcuni programmi bloccano in automatico i cookie di terze parti impedendo i commenti.
Ti prego di non inserire link o indirizzi e-mail nel testo del commento, altrimenti sarò costretta a rimuovere il commento. Grazie!

Info sulla Privacy

Policy Privacy di Google per chi commenta con un account Blogger