Passa ai contenuti principali

In primo piano

7 blog per un autore - Ariel Di Cola

          Chiedo scusa all'autrice ospite questa settimana della rubrica 7 blog per un autore perché per un disguido il post esce in ritardo di un giorno. L'autrice della settimana è Ariel Di Cola  e in questo post ci parlerà del messaggio del suo romanzo Il mio cuore vive in te . Vi ricordo che la rubrica punta ad approfondire un libro attraverso sette tappe nell'arco di una settimana. In fondo al post, trovate l'elenco di tutti i blog partecipanti.

Antonio Constantini presenta “Moriarty. Il Napoleone del crimine”

  


Felice domenica a tutti!

Per il consueto appuntamento settimanale con i libri, oggi è con noi l'autore Antonio Constantini per proporre il suo librogame intitolato “Moriarty. Il Napoleone del crimine”. Non un romanzo qualsiasi, dunque! Cos'è un librogame? Lo scoprirete proseguendo nella presentazione...


Sinossi

Sono passati due anni da quando il professor Moriarty è precipitato nelle cascate di Reichenbach lottando contro Sherlock Holmes. Tutto è pronto per il suo ritorno, ma a Londra lo aspetta un'amara sorpresa: il Colonnello Moran, suo ex-accolito, ha assunto il controllo dell'organizzazione e non intende cederlo.
Solo una persona può aiutarlo a riprendere il comando del suo impero criminale: Sherlock Holmes, scomparso anch'egli dopo la disavventura alle cascate.

In questo libro vestirai i panni del professor Moriarty: trova l'infallibile detective e convincilo ad aiutarti, perché il Napoleone del crimine sei tu!


Un librogame non è un libro come gli altri: è interattivo. Sarà il lettore a decidere quello che accadrà, a scegliere come si comporterà e come reagirà il protagonista, nel nostro caso il genio del crimine Moriarty.

Il testo è composto da paragrafi numerati, ma non sono da leggere uno di seguito all'altro. Alla fine di ognuno verranno offerte delle scelte che rimandano a paragrafi diversi. A seconda delle decisioni si continuerà a leggerne uno piuttosto che un altro, e così via, fin quando non si arriverà a uno finale. Se a quel punto la storia non è andata come vuole il lettore, potrà ricominciare dall’inizio e compiere scelte diverse.

In “Moriarty. Il Napoleone del crimine” sei conosciuto come il Napoleone del crimine, la mente raffinata che controlla tutte le peggiori attività malavitose di Londra e dell'intero Regno Unito, sagace al punto che nessuno può tenerti testa, né frenare la tua ascesa. Nessuno, tranne Sherlock Holmes, il re dei detective, che hai dovuto affrontare in un mortale corpo a corpo alle cascate di Reichenbach.
Sei sopravvissuto e tornato a Londra, scoprendo che il tuo impero criminale è ora gestito da incapaci luogotenenti, che non hanno alcuna intenzione di lasciarti rientrare nel giro. La loro ostilità però non ti preoccupa: negli anni hai raccolto moltissime informazioni che tieni celate in un magazzino segreto, ti basterà ritrovarlo per sbaragliare i tuoi oppositori.

C'è un problema però, dopo lo scontro con Holmes hai subito un trauma che ha minato le tue capacità mnemoniche: non riesci a ricordare dove hai nascosto il tuo archivio. Sai perfettamente che la chiave per arrivarci è quasi indecifrabile, e sei consapevole che solo una mente superiore può risolvere il problema. Un'unica persona può essere in grado di aiutarti nella ricerca: il tuo avversario, Sherlock Holmes, che ha fatto perdere le sue tracce, ma sei certo che sia ancora vivo. Dovrai scoprire dove si è nascosto e convincerlo ad aiutarti.

Non sarà semplice, ma nessuna impresa è troppo grande per Moriarty, il professore, maestro in astuzia e dal nero e impareggiabile genio.

Rintraccia Holmes, convincilo a collaborare con te, ritrova l’archivio e torna alla guida del tuo impero criminale. È passato troppo tempo: è ora che il Napoleone del crimine si riappropri di ciò che è suo.

Antonio Constantini

Incipit

Londra, 1893
Il Colonnello Sebastian Moran ride sguaiatamente dietro la scrivania che una volta era tua. Sei nell’ufficio vicino al Battersea Park, quello dove qualcuno pensa che tu abbia organizzato almeno metà dei crimini avvenuti in città, ma non è vero, ne hai orditi molti di più.
Almeno fno a quella scomoda faccenda delle cascate di Reichenbach dove tu e Sherlock Holmes avete lottato, il tuo nemico ti ha gettato in mezzo ai futti gorgoglianti, guardandoti cadere, probabilmente credendoti morto. Non può sapere che sei sopravvissuto e, dopo quasi due anni, sei tornato a Londra per riprendere le redini del tuo impero criminale.

Cartaceo in vendita su: Amazon

Commenti