Passa ai contenuti principali

In primo piano

5 parole per un romanzo... ovvero sono ospite di Grazia Gironella

Sono molto felice di segnalarvi l'articolo di Grazia Gironella di questa settimana, che mi vede ospite di una nuovissima rubrica dedicata ai libri. Di cosa si tratta? Direi che non vi resta che scoprirlo andando a visitare il blog Scrivere Vivere!Ringrazio moltissimo Grazia per avermi invitata nel suo spazio e per lo scambio davvero piacevole e interessante che ne è scaturito.  Vi aspettiamo!
5 parole per un romanzo: Sarà il nostro segreto – Maria Teresa Steri

Settembre come Gennaio

Foto da https://www.pexels.com

Settembre è iniziato per me non proprio nel migliore dei modi, infatti si è rotto l'hard disk del PC, il che mi ha costretta a sospendere e rimandare molte attività. Il computer è ancora in riparazione, infatti vi sto scrivendo da un vecchio portatile con una rete lentissima. Se avete visto alcuni post sul blog è stato solo grazie al fatto che li avevo programmati in precedenza, ma in questi giorni ho sentito il bisogno di riprendere un po' le fila di tutto, compreso appunto il blog.

Di fatto settembre è quasi per tutti una sorta di inizio anno. Ci si lascia alle spalle l'estate, le vacanze, e si pensa ai mesi che verranno con uno spirito diverso e propositi nuovi. Credo si tratti soprattutto di una predisposizione interiore, che poco ha a che vedere con le attività che riprendono (soprattutto perché nel mio caso, l'inizio della scuola non mi coinvolge). Settembre poi è anche il mese del mio compleanno e quindi sento ancora di più quest'aria di rinnovamento.

Tra l'altro, da qualche settimana Anima di carta ha compiuto 11 anni. Di solito mi piace condividere l'evento con voi che mi leggere, ma a causa del PC rotto non ho potuto scrivere alcun post. Forse però non è stato un caso. Infatti, mi sono ritrovata a riflettere su come il mio approccio dopo tanti anni di blog sia cambiato e sia inevitabilmente venuto meno un po' di entusiasmo. Non posso nascondervi che affronto questo nuovo anno di Anima di carta con poco slancio, chiedendomi anche come portare avanti il blog.

Penso che non ci sia nulla di più sbagliato in questo campo che procedere per inerzia, magari per accontentare una manciata di lettori. Alla fine, se si va avanti senza entusiasmo scrivendo per dovere certi tipi di post, succedere inevitabilmente che si molla. Proprio per scongiurare questo, sento il bisogno di ripensare a un nuovo approccio che rispecchi di più i miei interessi, ovviamente senza tradire lo spirito del blog.

Ultimamente ho sentito l'esigenza di parlare maggiormente di libri, dare spazio ad altri autori, lasciando la parte quegli argomenti che occupavano i miei interessi quando ho aperto il mio spazio virtuale. Credo quindi che asseconderò questa mia esigenza, conservando le rubriche dedicate ai libri e aggiungendone di nuove. E comunque intendo anche mantenere i post dedicati alla promozione, che è attualmente uno dei temi che più mi stanno a cuore.

Appena riavrò il computer spero di dedicare anche più tempo alla scrittura. Devo dire che con mia sorpresa il nuovo romanzo sta procedendo speditamente, e ne sono felice considerato che lo scorso maggio mi chiedevo se avrei scritto altre storie. 

Nel complesso è stata una buona estate, soprattutto considerata la situazione Covid. A parte una settimana a Gaeta a trovare la mia famiglia, non mi sono mossa da casa, ma non sono mancate le occasioni per rilassarsi, svagarsi e staccare la proverbiale spina. In sostanza, apprezzare le cose belle che sono a nostra disposizione.

Anche le letture sono state una bella compagnia (e una bella sorpresa). Ma di questo parlerò più avanti e più diffusamente.

Spero dunque che ci rileggeremo presto. Per ora ben ritrovati a tutti!

Commenti

  1. mi auguro che ti abbia fatto un backup dei dati...
    Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, per fortuna faccio backup abbastanza regolarmente e poi conservo i documenti più importanti su Dropbox. Qualcosa è andato perso ma pazienza. Quello che mi scoccia di più è dover rimettere tutti i programmi... :(

      Elimina
  2. Complimenti per i tanti anni di blogging per cominciare.
    Io una riflessione sull'apatia e sull'inerzia che a volte travolge i blogger l'ho fatta cinque o sei anni fa, e da allora ho dato spazio principalmente a quelle che sono le mie vere passioni. Temevo il peggio e invece le cose sono nettamente migliorate . Ogni mio nuovo post mi regala delle scoperte ma sopratutto mi ha portato tantissimi nuovi lettori

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio per questa tua testimonianza che mi rincuora molto. Mi torna in mente una riflessione che hai fatto recentemente proprio sul dover trovare una propria strada nel blog a prescindere dai lettori. Forse arriva un momento in cui è necessario rimettersi in discussione e attingere a ciò che più ci appassiona. Grazie per i complimenti!

      Elimina
  3. Undici anni sono davvero molti, bravissima tu per essere arrivata fino a qua! :)
    In questi miei soli (quasi) 5 anni ho visto troppi mollare, mentre i risultati in qualsiasi campo arrivano solo quando si persevera, ad oltranza. Quindi spero bene che tu resti qui a farci compagnia per altrettanto tempo. Puoi cambiare la grafica, aggiornare i contenuti, avventurarti in nuove idee scrittorie, ma se scrivi storie... penso sia difficile smettere. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore, Barbara!
      Non voglio mollare e capisco bene l'importanza di ciò che dici sul perseverare. Sono però anche cosciente di una certa apatia subentrata negli ultimi mesi, con cui dovrò fare i conti. Idee ne ho diverse, si tratta di trovare la voglia di mettersi a scrivere. Ma alla fine sarà come dici tu, è difficile smettere ^_^

      Elimina
  4. Intanto buon compleanno! Anima di Carta è una miniera di risorse per chi ama la scrittura. Proprio l'altro ieri sono andata a riprendermi i tupi articoli "Dove osano i self" per ideare una copertina in 3D. Sei una sicurezza, da te c'è sempre una risposta alle mille domande di chi scrive. Seguendoti da un po di tempo ormai, annoto che da qualche anno sei tormentata da dubbi e da qualche periodo di stanchezza, da cui poi sei sempre uscita. D'altra parte essere sempre al top quando si procede nel web da così tanto tempo con successo non è semplice. I tuoi lettori però ti amano e ti rincorrono o ti attendono con fiducia e nel frattempo leggono attingendo a piene mani dai contenuti che in questi anni ci hai regalato. Che dirti, prenditi il tempo e segui le tue sensazioni. Tanto mica hai bisogno di fare i numeri, ormai hai una reputazione più che salda. Felice per la tua buona estate e in bocca al lupo per il PC (Ma come diavolo hai fatto a "romperlo"? Ci sei caduta sopra? :D )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio immensamente Elena per la stima e le cose belle che hai detto, mi fa bene leggerle :D
      Hai ragione, già da un po' mi tormentano dubbi e stanchezza. In cuor mio so che non chiuderei il blog, eppure mi ritrovo in questi mesi sempre più spesso a fare i conti con la classica domanda "chi me lo fa fare?". Senza dubbio farò mio il tuo consiglio di prendermi del tempo e ascoltare le mie sensazioni.
      Dico "rotto" per il PC ma probabilmente c'è un termine più tecnico. Ha cominciato con il rallentare in modo mostruoso e alla fine non partiva proprio più. La diagnosi è stata: hard disk da sostituire :(

      Elimina
  5. Undici anni sono tanti, ci sta anche un po' di stanchezza. Si ha voglia di fare cose diverse, con il passare del tempo. Poi è anche una cosa ciclica, mi sembra: la voglia passa, poi torna... Però scrivere è la cosa più importante. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immagino che tu abbia ragione, la voglia di dedicarsi al blog va e viene. D'altra parte anche con la scrittura si vivono momenti buoni e altri di stanca. Dovrò imparare a conviverci ;)

      Elimina
  6. Ben tornata, spero che tu possa rientrare in possesso del tuo pc riparato al più presto. Intanto buon compleanno e buon anniversario di blog anche se non l'hai festeggiato con un post, 11 anni sono un bel traguardo, forse il pc rotto è stato un modo per fare una piccola pausa anche dal blog e poi, come dice Grazia, l'importante è scrivere e tu stai procedendo bene con il nuovo romanzo che è un'ottima cosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giulia per le tue belle parole! Non è poca cosa ritrovare voi che mi leggete e con cui poter interagire, mentre vi leggo e vi rispondo me ne rendo conto appieno. La pausa obbligata dal PC fuori uso forse è stata provvidenziale per non dare nulla per scontato.

      Elimina
  7. Il post degli 11 anni andava programmato prima! :)
    Auguri, quindi.
    Io ho un portatile che fa un rumore assurdo, causa ventola sporca o chissà cosa. Mi sto decidendo a passare a un Mac.
    L'entusiasmo è normale che vada scemando dopo parecchi anni. Come ritrovarlo? Bella domanda. Ci penso su e vedrò magari di darne risposta sul mio blog. E comunque se continui a scrivere romanzi, il blog ti serve, quindi quell'entusiasmo in qualche modo deve tornare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, hai ragione, il post andava programmato prima! In verità ci avevo pensato e avevo anche ideato un'immagine da inserire, poi la cosa è passata in secondo piano.
      Grazie per gli auguri!
      Avrei proprio bisogno di ritrovare l'entusiasmo o almeno capire in che direzione andare per il proseguimento. Per ora la passione per la scrittura e per il blog non stanno andando di pari passo, e questo è un dato di fatto.
      Confido nel tuo post, allora ^_^

      Elimina

Posta un commento

Ogni contributo è prezioso, non dimenticarti di lasciare la tua opinione dopo la lettura.
Se vuoi ricevere una notifica per e-mail con le risposte, metti la spunta su "inviami notifiche".
Ti prego di non inserire link o indirizzi e-mail nel testo del commento, altrimenti sarò costretta a rimuovere il commento. Grazie!

Info sulla Privacy

Policy Privacy di Google per chi commenta con un account Blogger o Google+