Passa ai contenuti principali

Su di me


Mi chiamo Maria Teresa Steri e Anima di carta è la mia casa virtuale, nata dalla mia passione per la scrittura e dal bisogno di condividerla con altri.

Quando scrivete un romanzo siete soli con voi stessi. Create un mondo che soltanto voi conoscete e vi immergete in esso. È come avere delle chiavi di un mondo parallelo al quale, per il momento, siete le uniche persone ad avere accesso. Con questo blog mi auguro di farvi sentire un po’ meno soli. E di sentirmi meno sola io stessa, naturalmente.

Note biografiche

Sono nata a Formia nel 1969 e cresciuta a Gaeta. Dopo la laurea in Lettere e Filosofia, mi sono trasferita a Roma, dove vivo attualmente con mio marito. Ho collaborato come giornalista pubblicista presso la redazione di quotidiani e riviste per la scrittura di articoli, la revisione di testi e l'impaginazione.
Nel 2009 ho pubblicato con Deinotera Editrice il mio primo romanzo, I Custodi del Destino, un mystery esoterico.
Nel 2015 è uscito il mio secondo romanzo, Bagliori nel buio, un noir sovrannaturale.
Mi interesso di scrittura creativa e antroposofia. Sono un'appassionata di Hitchcock. I miei autori di narrativa preferiti sono Ruth Rendell e Boileau-Narcejac.

Se volete sapere di più su di me e su Anima di carta, vi invito a leggere anche l'auto-intervista che segue.

Note biografiche semiserie (auto-intervista)

Pronta per iniziare?
Sì, ma non cominciamo con la solita domanda “perché scrivi?”, o me ne vado.

Va bene, va bene (ma che caratteraccio). Allora, vediamo... come hai iniziato a scrivere?
Il ricordo più vecchio che ho della mia scrittura risale ai “giornalini di casa” che realizzavo da bambina con le notizie di quello che succedeva nel mio piccolo mondo. Poi ho iniziato a riempire quaderni di annotazioni personali, insomma diari. Più in là mi sono lanciata in brevi racconti, finché l'ambizione è cresciuta e ho cominciato con i romanzi. Credo che molta parte in questa mia fissazione per la scrittura abbiano avuto i giochi che facevo da piccola con il mio fratellino, quando mettevamo in scena delle storie per i nostri pupazzi, vere e proprie fiction si direbbe oggi, con personaggi dalla personalità ben definita e un ricco passato alle spalle. Un bell'allenamento per la fantasia, no?

Eh, sì. Oltre a scrivere, leggi anche? O appartieni alla categoria degli aspiranti scrittori che “non hanno tempo” per aprire un libro?
Certo che amo leggere! Che anima di carta avrei, altrimenti? Divoro sopratutto gialli e mystery, ma in generale mi piace leggere storie che hanno come punto forte il risvolto psicologico. Mi interessano soprattutto i personaggi come persone, ma devono essere abbinati a una trama accattivante, a un intrigante mistero da svelare, altrimenti la pura analisi introspettiva mi annoia da morire. In realtà in passato ho letto davvero di tutto, persino la fantascienza che è uno di quei generi a cui di solito le donne non si avvicinano. Quello che invece proprio non sopporto sono i romanzi rosa e i chick lit.

Torniamo indietro, eravamo a quando da piccola giocavi con i pupazzi e scribacchiavi... Queste manie come si sono evolute?
Hanno trovato sbocco soprattutto nell'amore per la letteratura, infatti mi sono laureata in Lettere e Filosofia. Poi sono diventata giornalista pubblicista e ho lavorando per anni tra quotidiani e riviste specializzate. Scrivere articoli mi è sempre piaciuto molto, ma a dirla tutta preferisco la narrativa. Il lavoro di giornalista lascia poco spazio alla creatività e alla sperimentazione.

E tu preferisci volare con la mente...
Sì, uno dei miei peggiori difetti è avere la testa tra le nuvole.

Gli altri difetti quali sono?
Perché sciupare la sorpresa?

Quindi hai sempre scritto? 
Non proprio. Ho avuto alti e bassi, soprattutto per quanto riguarda la narrativa. Ci sono stati lunghi periodi di pausa (o veri blocchi dello scrittore), ma ho sempre riscoperto con gioia quanto sia bello far scivolare le dita sulla tastiera e dare vita a storie e personaggi.

Com'è il tuo processo creativo? 
Elaboro a lungo, tutto inizia con un rimuginare sull'idea iniziale. Racconto prima di tutto a me stessa cosa è successo, il processo di scrittura ha inizio nella mia testa prima di finire sulla carta. Anche dopo, quando comincio a mettere nero su bianco la storia, prendo una valanga di appunti e ho fogli e post-it sparsi per tutta la casa. La trama subisce una continua elaborazione mentre i personaggi sono quasi sempre ben chiari da subito, so come sono fatti fisicamente, che lavoro fanno, se sono vegetariani o carnivori, se sono pasticcioni o ordinati, se...

Va bene, abbiamo capito. Ti piace parlare di scrittura, eh?
Si vede? In effetti, è proprio per questo che ho aperto questo blog. Lo scopo era appunto confrontarmi con altri aspiranti scrittori.

Approfondiamo, com'è nato esattamente Anima di carta?
Era una notte buia e tempestosa... No, non è vero. Era la fine di agosto, faceva un caldo tremendo e io ero seduta a bordo piscina, indecisa se tuffarmi o no. Stavo pensando al romanzo che volevo scrivere, dopo averne pubblicato uno. E ho pensato che avrei voluto condividere quelle riflessioni con qualcuno. Così è scattata l'idea di aprire un blog.

Però dai anche consigli e suggerimenti, non ti sembra un po', come dire... presuntuoso?
Me lo sono chiesta anch'io. Chi sono per dire agli altri cosa e come devono fare? Ma l'intento è solo raccontare ciò che ho scoperto sulla scrittura, di aiutare chi sta cercando di dare vita alla storia che ha in testa. Tutto quello che scrivo in queste pagine nasce sempre da qualcosa che ho sperimentato di persona, non è mai solo astratta teoria. Per questo cerco di trasmettere le mie esperienze e osservazioni. Il motore di tutti i miei post è la passione per la scrittura e la convinzione che quest'arte possa essere costantemente migliorata e maturare con lo studio e l'esercizio. Il bello è che in qualche modo il blog è stato nel corso del tempo un riflesso di questo processo, accompagnandomi nella scoperta di nuove tecniche e così via.

E perché Snoopy, onnipresente da queste parti?
Perché è un vero mito. Io vorrei essere come lui, indifferente a tutto e tutti, che se ne sta appollaiato sulla cuccia e continua imperterrito per la sua strada, anche se gli arrivano centinaia di lettere di rifiuto di un editore (magari!). In realtà, quello che condividiamo è solo una certa cronica pigrizia. E poi adoro le strisce dei Peanuts, le conosco tutte a memoria, così come amo molte altre strisce anni '70 e '80. Da questo si può anche evincere che non sono proprio giovanissima...

Sì, ma non temere, non ti chiedo l'età. Che altro fai nel tempo libero, oltre a scrivere?
Guardo molte serie tv. Sono una grande appassionata di fiction americane e inglesi. E poi gioco a Civilization V. Sono una vera drogata di questo gioco.

Non so di che parli, dunque andiamo avanti. Hai pubblicato un romanzo tempo fa...
Sì, I Custodi del Destino, una storia che ho ancora nel cuore. Racconta le vicende di Alessandra, una donna che scopre di aver vissuto un'altra vita e che comincia un viaggio per capire se i suoi sono falsi ricordi o se c'è qualcosa di vero. Si parla di reincarnazione, destino e di una malefica setta...

So che hai pubblicato un secondo romanzo.
Esatto, è uscito nel 2015 in modalità auto-prodotta, è un noir soprannaturale e si intitola Bagliori nel buio. Si possono leggere i primi capitoli in anteprima o acquistarlo in versione ebook o cartacea.

In generale, quali sono i temi dei tuoi romanzi?
La spiritualità, l'esoterismo e il paranormale sono sempre presenti, magari mescolati ad altri elementi più psicologici. Mi piace esplorare le reazioni delle persone di fronte a fenomeni sovrannaturali o a temi simili. Ma non mi piace il taglio che spesso viene dato a questi argomenti nei romanzi, troppo spesso scadono nel ridicolo, nei cliché o (Dio me ne scampi) nel rosa. Per questo motivo cerco di documentarmi sempre molto, e comunque non è una fatica perché questi temi mi interessano.

Com'è stata la tua esperienza con le case editrici?
Prossima domanda?

Uhm... bene, non approfondiamo. E ora a che progetti stai lavorando?
Sono impegnata con la riscrittura di un terzo romanzo e preparando una nuova edizione del primo. In cantiere c'è poi un quarto romanzo, ma ancora in fase di ideazione...

Bene, siamo giunti alla fine di questo faccia a faccia. Ultima domanda: se avessi una bacchetta magica, come la useresti?
Vorrei una casetta sul cucuzzolo di una montagna da condividere con mio marito e una famigliola di gatti. Passerei molto a tempo al computer a scrivere romanzi e articoli. Avrei una serie di romanzi pubblicati e disponibili in tutte le librerie d'Italia. Farei sparire le case editrici a pagamento, la cattiva editoria e tutti quelli che scrivono malissimo ma pensano di aver scritto capolavori.

Sogna, sogna. 



Interviste serie le potete trovare qui:
Miei articoli ospitati da altri blog:
Miei articoli scritti per la rivista Vingt-Deux Pensées:

Commenti

  1. bello. non posso dire altro. anche io da piccola amavo i libri: li adoravo!!!! a 7 anni mi sono messa a scrivere delle mini poesie mentre col tempo ho incominciato a creare storie molto più lunghe. e ora mi ritrovo a faccia a faccia col computer a scrivere un vero e proprio romanzo.
    sono ancora giovane, 12 anni, ma vorrei imparare di più di quello che so, e così eccoti qua.
    grazie.

    RispondiElimina
  2. sono sempre quella di prima. ma devo dire che la presentazione è meravigliosa solo che mi piacerebbe sapere anche il tuo/suo nome e la tua/sua età.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Potresti scrivermi in privato (animadicarta@gmail.com) così soddisfo le tue curiosità, che dici? Grazie cmq x il commento :)

      Elimina
  3. Non so come si fa!!!:D
    anche io ho creato un blog su 123homepage... Ho fatto le tappe ma mi è uscita solo un immagine e io ora non so come scriverci su: è impossibile!! cmq si chiama: www.123homepage.it/preziosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. scusa ma non so proprio come aiutarti, non conosco quel tipo di blog. Se hai una casella di posta ti invito cmq ancora a scrivermi in privato. Ciao!

      Elimina
  4. ookey, fa niente. cmq ora ho capito, grz comunque per il tuo interessamento.
    ah, ho un'altro blog molto più bello se vuoi visitalo: preziosità ( si chiama così)ma sicuramente vedrai tutto vuoto perchè non ho ancora pubblicato niente.
    vado pazza per quei snoopy, posso metterli anche nel mio blog?

    RispondiElimina
  5. Ogni volta che inizio a leggere un libro ho sempre l’ansia di arrivare fino alla fine, di conoscere la storia, di sapere cosa succede,
    senza leggere. Ma quella emozione, più che curiosità, si può definire meglio con pigrizia, con la noia di dover sempre aspettare fino a leggere l ‘ultima pagina. E tra me e me penso che se sfogliando il libro,
    sentendo i fogli scorrere tra le dita, saprei tutto di quelle pagine, ma è solo una mia impressione. E non succede. Poi mi sento delusa, quasi come se fossi colpevole di qualcosa, ma so che la storia si deve leggere per poterla conoscere. E con un sospiro inizio.
    Ma è un’ altra cosa quando inizio a scrivere, un libro.
    Allora ci sono tre casi. Ho voglia di scrivere ma non so che cosa, in questa situazione non sono indecisa tra quale opportunità, ma proprio non ho nessuna idea. Mi sento assurda, la mano sul mouse, gli occhi puntati sul computer, la pagina vuota davanti a me. Voglio ma non posso.
    Nell’altro caso ho tutto preparato in testa, so come cominciare, basta premere i tasti e la mia storia è scritta.Ma non so come finire. Mi blocco, ho esaurito le mie idee. Mi sento come se fossi sospesa nel tempo; ho un inizio ma non una fine. Come se un treno si fermasse a un semaforo, ma poi non riuscisse più a passare, trattenuto da qualcosa che lo ferma nel passato.
    Ma poi, se riesco, trovo qualche idea per la continuazione, spinta dal proseguire della storia. Come se scrivessi: io mangio …, e poi mi viene spontaneo proseguire, una caramella.
    Oppure quando so tutta la storia, la so, è qui in mente, ma non so come scriverla. Allora, nella mia testa, non c’ era una storia, c’ era un groviglio
    di dee. Idee che non so gestire, non so mettere in ordine: quella viene lì e questa qui, non riesco a capire quale è il loro posto, il loro tempo cronologico. Non riesco !!!
    E in tutti questi casi sono sempre costretta ad abbandonare il mio racconto.
    (tratto da un mio testo: "libri")
    E quindi cosa dovrei fare???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A volte le idee hanno solo bisogno di un po' di tempo, di restare un po' nella tua testa prima di venire espresse su carta (o computer). Forse devi solo essere più paziente, lasciare che la storia cresca e si sviluppi. In ogni caso penso che sia normale avere alti e bassi come li descrivi tu, quando si scrive. A volte si è presi dall'entusiasmo, altre si attraversa un periodo di stanchezza. Sii più comprensiva con te stessa...

      Elimina
  6. il fatto è che ho poco tempo per pensare alla trama, quindi, quando ne ho l'opportunità, voglio subito metter giù qualcosa, e so che non dovrei fare così. quindi ti ho chiesto qualche consiglio, per quelle occasioni.
    ma perchè dici che non sono comprensiva con me stessa?
    va bè, grazie comunque. :) :* :)

    RispondiElimina
  7. e scusa se ti riempio tutta la pagina di soli miei commenti. :(
    ma mi sento più sicura, quando parlo con qualcuno. :)
    mi consola, non so, ma ho questa impressione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarebbe di certo meglio se mi scrivessi in privato, per e-mail, non credi? Così possiamo parlare con + tranquillità... animadicarta@gmail.com
      Ciao :)

      Elimina
    2. il computer nn è mio, è di mio padre, quindi preferisco non usare la sua e-mail. :) e se dò fastidio, non disturbo più. :)
      ciao
      :*

      Elimina
    3. Nessun disturbo, figurati... Penso solo che scriversi in privato sia più pratico :)

      Elimina
  8. Ciao =) Non sono la ragazza i prima ma ho comunque deciso di commentare come anonimo ;).
    Ho 11 , molti mi dicono che sono portata per la scrittura, e infatti la mia materia prefertita è l'italiano =).
    Vorrei scrivere un romanzo , o anche una storia. Penso che lo farei per sfogarmi , per sentirmi realizzata , per poter dire "stai zitta che quello che ho fatto basta e avanza!" quano la mia anima è un po' vuota e vorrebbe delle "conclusioni"...Solo che io quando non so cosa fare...penso una storia , carina , mi "diverto"...Ma poi quando vorrei trasmettere questo su carta , penso che sia una siocchezza , che non mi piace , cher scriverei al massimo tre pagine e che tutte queste regole (anche quelle scritte nel tuo blog ;D) sono troppe per una della mia età e non riuscirei a seguirle. Insomma verrebbe una schifezza...Cosa mi consigli su tutto questo "ambradam" ;D ??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara amica anonima, è bello che tu ti ponga il problema di seguire delle regole, ma penso che prima di dedicarsi a un progetto impegnativo sia utile fare "prove generali", scrivendo scrivendo scrivendo... senza porsi troppi limiti. E' un po' come fare le scale quando si studia musica, in questo caso bisogna esercitarsi a scrivere tanto per imparare a trasmettere quello che vogliamo dire, a mettere su carta le nostre emozioni, bisogna imparare a comunicare. Cerca anche di leggere tantissimo!
      un caro saluto

      Elimina
  9. (Sono quella di prima delle regole xD)
    Ho capito , quindi!
    Prima di cercare di seguire delle regole , di pensare alla forma...dpvrei allenarmi un po' senza troppe pretese e "forzature" , a scrivere ciò che provo...Grazie , il tuo blog è uno dei migliori che abbia mai letto in generale! :D
    Samantha :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te, sei davvero molto gentile :)

      Elimina
  10. Stupendo :) E' esattamente ciò che penso io della scrittura... sarà un piacere seguirti ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie! sarà un piacere anche x me seguire te :)

      Elimina
  11. Ciao! il tuo blog è veramente esaustivo e molto ben organizzato. complimenti.
    Cristinetta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, mi fa davvero piacere quello che dici!

      Elimina
  12. Ho scoperto oggi il tuo blog e tornerò a studiarlo meglio. Complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie! Allora spero tornerai a farmi visita presto :)

      Elimina
  13. Arrivo dal Blog 100 mani, e devo dire che il tuo blog è stupendo, sia per quello che scrivi sia per quello che trasmetti :-)
    Da un'amante della lettura e una curiosa cronica non posso che dirti che
    ti seguirò sicuramente, a presto Luisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, sei davvero gentilissima! Benvenuta :)

      Elimina
  14. Ciao! Ottimo blog, complimenti davvero!! Continuerò a seguirti e un giorno, spero di poter parlare del mio libro, pubblicato!!!!! =D
    Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Maila e benvenuta :) Un grande in bocca al lupo per il tuo libro!

      Elimina
  15. Sono passata per caso, ma sono felicissima di averlo fatto. In bocca a lupo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, sono contenta che tu sia passata e spero che tornerai :)
      Ti leggo spesso sul tuo sito!

      Elimina
    2. Sono contenta, si spera sempre di essere utili :) Hai già visto il concorso di videopoesia?

      Elimina
  16. IO sono nuovissima di qui.
    Conto di bazzicare spesso da queste parti in futuro.
    D.G.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Daniela, benvenuta e a presto :)

      Elimina
  17. Ciao :D
    Qualche giorno fa stavo navigando arrandom per il web e mi sono imbattuta nel tuo blog; ora, oltre a complimentarmi con te, vorrei davvero ringraziarti! I tuoi consigli sono esaustivi, utili e sopratutto molto immediati e personali.! Come dire.. leggerli mi entusiasma!
    Io, in realtà, piu' che alla scrittura punto al fumetto ma quanto scrivi si adatta perfettamente anche a questo campo!
    Ciao e grazie ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Mi fa davvero piacere quello che dici e sono contenta che i miei suggerimenti possano servire anche per altre forme di narrazione :)
      I fumetti mi affascinano moltissimo, credo che sia un campo davvero stimolante dove la creatività si esprime in modo divertente. In bocca al lupo e ancora grazie per il tuo commento.

      Elimina
  18. Complimenti per il blog, in questa casa ho trovato la soluzione ai miei problemi. Ho sempre amato scrivere, e anche leggere . . ., cosa sarebbe una stanza senza libri? Ho cominciato ad imparare l'alfabeto a due anni, mentre a quattro, conoscevo l'Iliade a memoria. Sono stata affascinata sin da piccola alla storia, soprattutto quella antica. Sono ancora molto giovane (solo 12 anni), eppure ho un grande desiderio di scrivere. Scrivo ogni giorno, anche la qualunque cosa, invento dal nulla una storia, su un personaggio famoso creato da me, oppure prendo spunto da una storia in particolare, come per esempio dalla saga di Harry Potter. Questa mia passione, mi ha portato all'amore per la recitazione. Adoro il mondo del cinema, e nel teatro trovo il mio spazio dove esprimere i miei pensieri, attraverso quelli di un'altra persona. Amo tutte le lingue del mondo, non potrei vivere senza l'inglese, il francese o il tedesco, e non nascondo che un giorno vorrei scrivere un libro in lingua straniera. Per ora, mi accontento di scrivere storie e romanzi per i fatti miei, poi forse un giorno si vedrà. Grazie davvero di tutto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio molto per i complimenti e ne faccio tanti anche a te! Così giovane e già con le idee così chiare!! E' bellissimo che tu abbia delle passioni così forti e ti auguro di tutto cuore che tu abbia la possibilità di continuare a coltivarle e a farle crescere in futuro.
      Sono contenta se ti sono stata d'aiuto in qualche modo :)

      Elimina
  19. Complimenti per il blog: interessante, pieno di spunti e di suggerimenti. Molto più valido di un didascalico manuale^^ Ti seguirò di sicuro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Francesca e benvenuta da queste parti! Non ho la pretesa di equiparare i manuali, che sono di sicuro più completi e precisi, ma condividere la passione della scrittura con altri è molto stimolante :)

      Elimina
  20. Complimenti per il blog, davvero interessante e d'ispirazione, sono nuova in questo mondo, visto che non ho mai avuto il tempo di fermarmi a leggere blog e men che meno a scrivere. Ma ora che ho trovato il tempo inizierò a cimentarmi in questa arte, e spero di avere dei riscontri da parte di qualcuno, o almeno avrò sfogato le mie emozioni..
    Complimenti ancora!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio, benvenuta qui e nel mondo dei blog! In bocca al lupo per il tuo nuovo progetto, sarà di certo una bella avventura :)

      Elimina
  21. Tanti auguri a Anima di carta, allora!
    Bella e divertente l'autointervista, continua così :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille per l'incoraggiamento, Giordana :)

      Elimina
  22. Salve! Sono un appassionato di letteratura da una vita, amo come lei scrivere, complimenti davvero per la sua padronanza dialettica, apprezzo molto il suo blog davvero notevole, io sono nel mondo del web con svariati portali, e ultimamente o messo in piedi dei blog le interesserebbe una collaborazione? Nei miei progetti, magari crearne di nuovi?

    RispondiElimina
  23. Ti ringrazio molto, Giuseppe! Certo, mi farebbe piacere una collaborazione. Puoi scrivermi per e-mail? L'indirizzo è nella pagina dei contatti.

    RispondiElimina
  24. Ciao Maria Teresa ti o inviato una mail che riassume un pochino le mie attività sul web che ne pensi sarebbe possibile una collaborazione?
    Ciao a presto

    RispondiElimina
  25. Complimenti un blog fantastico. Consigli molto utili, anche per me che sono una "piccola" scrittrice/lettrice.

    RispondiElimina
  26. Buon giorno, ho trovato così interessante questo blog che l'ho aggiunto nel mio tra i preferiti. Ovviamente la decenza mi impone di non sporcare questa tua bacheca con miei link indesiderati. Un caro saluto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio molto Massimiliano. Verrò a trovarti seguendo il link del tuo account :)

      Elimina
  27. ciao mariateresa
    stupenda la tua presentazione...
    se ti va di farmi visita sono daniela
    https://infusodiriso.wordpress.com/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Daniela, grazie mille! Ti vengo a trovare senz'altro. A presto :)

      Elimina
  28. Siamo nel 2017, non mi sono fatta lo scroll di tutti i commenti perciò non so se sono la prima di quest'anno o meno. Magari non mi vedi. Ma io ho visto te. A parte la quiche che mio marito sta cuocendo nel forno, il tuo blog è la sola cosa buona di un sabato venuto sbilenco, stanco, sfiancato e moribondo già da colazione. Quindi grazie. Mi sono letta un sacco di pagine, mi sono salvata quello che potevo nel colabrodo del cervello, e il link nel più affidabile folder dei preferiti. Così tornerò e ritornerò. Anche in giornate meno di m. Un caro saluto da una blogger che è scrittrice da sempre, madre da qualche anno, inedita contro la sua volontà! http://www.pensierirotondi.com/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maddalena, sono io che ringrazio te per le tue parole e per aver lasciato questo segno della tua visita. Sono appena venuta a trovarti e ho avuto modo di apprezzare il tuo bel blog e il tuo scrivere fluido e accattivante. Spero che poi il week end abbia preso una piega migliore, ma comunque sono contenta che nel tuo girovagare tu mi abbia trovata. E sì, sei la prima a commentare in questa pagina nel 2017. A presto :)

      Elimina
  29. Per allontanare le nuvole grigie, che gravano ultimamente sulla mia vita, scrivo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Miss Dreamer, scrivere è un'ottima terapia per i momenti bui. Spero comunque che i nuvoloni si allontanino presto dalla tua vita. Grazie per la visita :)

      Elimina

Posta un commento

Ogni contributo è prezioso, non dimenticarti di lasciare la tua opinione dopo la lettura.
Se commenti per la prima volta, ti consiglio di:
1) accedere all'account con cui vuoi firmarti
2) ricaricare la pagina
3) solo allora inserire il commento.
Se vuoi ricevere una notifica per e-mail con le risposte, metti la spunta su "inviami notifiche".
(Ti prego di non inserire link, altrimenti sarò costretta a rimuovere il commento. Grazie!)