Passa ai contenuti principali

Antonella Astori presenta “Orsetto, dove sei?”


La presentazione di oggi vi propone un libro diverso dal solito. Si tratta infatti di un racconto illustrato per bambini. Ce ne parla l'autrice, Antonella Astori, che è anche illustratrice, pittrice, grafica e fotografa.

Sinossi

Un bambino, un topolino, uno spaventapasseri, due cagnolini e tanti altri, sono i protagonisti di questa storiella illustrata... Mirko è un bambino sognatore, che ama inventare tante storie con i suoi giocattoli, ma il suo peggior difetto è, ahimè, il disordine... e proprio questo suo piccolo difetto gli causa la perdita dell'orsacchiotto preferito. Ma niente paura, grazie ai nuovi amici incontrati durante la sua avventura, Mirko riuscirà a ritrovare il suo peluche.
Età di lettura: da 3 anni.

Siete pronti a vivere insieme a Mirko una fantastica storia avvolta in un’atmosfera di magia?

Un bambino, un topolino, uno spaventapasseri, due cagnolini e tanti altri, sono i protagonisti di questa storiella illustrata; e allora prendiamoci  per mano e cominciamo a cercare insieme a Mirko e a Cleo, il topolino parlante, l’orsacchiotto scomparso.

Mirko è un bambino sognatore, che ama inventare tante storie con i suoi giocattoli, ma il suo peggior difetto è ahimè di essere un po’ disordinato.

Proprio questa sua sbadataggine gli provoca la perdita del suo orsacchiotto preferito. Ma niente paura; grazie ai suoi nuovi amici che incontra durante la sua avventura, riesce a non perdersi d’animo e cerca in tutti i modi di ritrovare il suo peluche. Riuscirà alla fine a ritrovare Orsetto? Lo scopriremo solo sul finale, come una sorpresa inaspettata!

“Orsetto dove sei?” non è solo una favola; l’autrice vuole mettere in evidenza ciò che è l’amicizia anche tra due persone diverse, la voglia di aiutare gli altri e mette in evidenza  alcuni insegnamenti basilari .

Una favola insomma che vuole educare nel migliore dei modi i bambini e perché no? Rendere partecipi anche gli adulti. In fondo ricordiamoci che c’è sempre da imparare e la magia non deve mai mancare in ognuno di noi. Inoltre le mie illustrazioni seguono la storia passo dopo passo, per farci sognare nei piccoli dettagli ricercati con cura, sia per i paesaggi, sia per i personaggi.

Antonella Astori

Incipit

PIM PUM PAM PATAPAM!! “Ma cosa sta succedendo?”.Si domanda la mamma di Mirko che in cucina sta preparando un piatto veramente buono, una torta al cioccolato! D’un tratto sente urla, pianti e strani rumori provenienti dalla camera di suo figlio.Incuriosita e spaventata, posa il suo grembiule sul tavolo e apre la porta della cameretta.Vede Mirko piangere disperato, mentre il gatto Pim se la dà a gambe levate dallo spavento.“Cosa succede?” gli chiede gentilmente. Tra le lacrime il figlio risponde che è tanto triste perché non trova più il suo orsetto preferito. “Ho cercato ovunque nella cameretta, ma purtroppo del peluche nessuna traccia … Dove mai potrebbe essere finito Orsetto?”La mamma allora, mossa da compassione, lo aiuta a cercarlo, ma anche lei non ha certo più fortuna di suo figlio. Allora ecco che parte la predica: “Se tu fossi più ordinato vedresti che le cose le troveresti subito. Adesso chissà dov’è finito?...”Mirko si ritrova ormai solo, pensando e ripensando dove mai possa essere finito il suo adorato orsetto Teo. Pensa che ti ripensa gli viene un’idea! E se Orsetto si fosse annoiato e avesse deciso di andarsene solo soletto in soffitta insieme agli altri giocattoli che lui non usa più?

In vendita su: 

Commenti

  1. Questo libro sembra bellissimo, complimenti ad Antonella: disegna in una maniera superba.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Sandra! Sei davvero gentilissima! Nel caso in cui deciderai di comperare il libro, spero ti piaccia!

      Elimina
    2. Non penso di essere l'unico ad aver pensato a Toy Story :P ma questo non toglie nulla al valore dell'opera presentata che mi pare davvero molto interessante ed educativa. Mi piacciono molto le fiabe "moderne", le vedo come un'occasione per iniziare alla piacevolezza della lettura i nostri bimbi, senza dimenticarci della morale. Ottima segnalazione, prendo nota per quando avrò un frugoletto che, sicuramente vista la genetica, sarà disordinato come il padre :D

      Se non ho capito male l'autrice è anche l'illustratrice del volume presentato? In ogni caso, complimenti, le immagini sono davvero tenerissime.

      Elimina
    3. Ciao Pi Greco.Si sono anche l'illustratrice del libro!Non mi sono limitata solo alla storia perché adoro disegnare! Più che a Toy Story la storiella io la vedo più come un regno di Oz o una sorta di Alice!Grazie del tuo commento!

      Elimina
  2. I libri per l'infanzia sono fantastici, a maggior ragione in questo caso dove autrice e illustratrice sono la medesima persona. Anche a me piacerebbe dar vita in forma illustrata ai personaggi dei miei libri, magari in fumetti. Il pubblico infantile inoltre è molto esigente, non credo sia facile ideare una storia per bambini. Posso chiederli se la racconti a qualche bambino prima di metterla nero su bianco, o anche dopo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cristina!
      Se hai questo sogno non fartelo scappare, comincia a scrivere la storia appena hai tempo e crea i disegni. Poi una volta pronta scegli tu come pubblicarla; se hai questa passione devi dargli vita! Quando ho scritto la storiella sinceramente mi è venuta a mano a mano che la scrivevo, ancora non ne conoscevo il finale. Sapevo solo chi doveva essere il protagonista. Ma non l'ho fatta leggere a nessun bambino. E' nata all'improvviso, l'ho scritta, illustrata e poi (devo dire non proprio subito) pubblicata! Al massimo l'ho letta dopo, ma non prima! :-) Un abbraccio!

      Elimina
    2. Ciao Antonella, grazie della bella risposta. Per i miei intendevo i personaggi dei miei attuali romanzi, che sono tutti a carattere storico (crociati, pittori del 1500, dame della Firenze medicea)... per quello pensavo al fumetto per farli realizzare. E comunque non è facile, il rischio è quello di disegnare gli abiti con qualche errore. :) Qualche tempo fa avevo commentato sul mio blog una storia a fumetti incentrata sul personaggio storico di Fouché, i disegnatori erano però persone del calibro di Piffarerio.

      Elimina
    3. Bella questa pubblicazione. Mi piacerebbe saperne di più, perché ho in mente un progetto di narrativa illustrata anch'io, mi piacerebbe sapere quali canali seguire per pubblicare.

      Elimina
    4. Ciao Luz, per la pubblicazione io mi sono affidata a Dario Bellini della Gilgamesh Edizioni,di Mantova.Mi sono trovata molto bene!Dario ha pensato all'impaginazione,alla pubblicità e tramite lui il mio libro è anche on line.

      Elimina

Posta un commento

Ogni contributo è prezioso, non dimenticarti di lasciare la tua opinione dopo la lettura.

Se vuoi ricevere una notifica per e-mail con le risposte, metti la spunta su "inviami notifiche".

Ti prego di non inserire link o indirizzi e-mail nel testo del commento, altrimenti sarò costretta a rimuovere il commento. Grazie!

Info sulla Privacy

Policy Privacy di Google per chi commenta con un account Blogger o Google+