Passa ai contenuti principali

Faccia a faccia con... la protagonista di "Notti senza luna"

Un personaggio fantasy, nato dalla penna della scrittrice esordiente Flavia Cantini (... nato dalla penna è un modo di dire ormai...) è protagonista di questa intervista.
Si tratta di Selene, una ragazza speciale, alla prese con una missione raccontata nel romanzo "Notti senza luna", edito da Arduino Sacco Editore.
Lasciamo che sia lei a dirci di più su se stessa e sulla sua storia.


Selene, cominciamo parlando un po’ di te... sei una ragazza di 20 anni decisamente particolare: cosa ti distingue dalle tue coetanee?
Eh sì, sono una ragazza decisamente speciale e, per questo, la mia vita è sempre stata difficile. Non sono mai riuscita ad essere spensierata come le mie coetanee perché, fin da bambina, avevo delle “visioni”, percepivo che c’era “qualcosa di strano nell’aria”, sospettavo che esistesse un’altra realtà oltre quella degli umani. Però, non ero ancora in grado di capire fino in fondo cosa accadeva al paese, sentivo che la maggior parte delle persone (che avrei poi scoperto non essere persone ma nientemeno che demoni!) mi odiava senza motivo apparente e soffrivo tantissimo per la mia condizione di emarginata. Poi, ho scoperto di essere predestinata ad assolvere una nobile Missione a fianco del Bene nella sua eterna battaglia contro il Male; si è aperto dinnanzi a me un mondo che non credevo possibile, il mondo soprannaturale.
Non sono, quindi, una semplice umana, ho un potere speciale e vivo a metà strada tra la realtà concreta degli uomini e quella parallela (e invisibile) del sovrannaturale.
Non sono perfetta e invincibile, ho le mie fragilità e non è semplice la Missione per cui sono nata.
Il termine che può definirmi è Combattente poiché la mia Missione è combattere (nell’ambito del mio paese natio) i demoni che hanno come obiettivo quello di distruggere la razza umana.

Come hai scoperto il mistero della tua esistenza, ciò che ti rende speciale? E come questa scoperta ha cambiato il modo di vedere il mondo e te stessa?

E’ stato un momento molto scioccante quello in cui ho scoperto il mistero (e il motivo) della mia esistenza, il destino e la Missione che mi attendevano.
Avevo soltanto dodici anni, fu una sera a casa dei vicini, vidi qualcosa nel buio fuori dalla finestra che mi lasciò interdetta… Capii che dovevo fare chiarezza una volta per tutte e mi rivolsi ad una figura per me molto importante, un anziano e misterioso prozio eremita e conoscitore dell’occulto. Fu lui a rivelarmi l’esistenza dei demoni, le loro intenzioni e il mio destino, la mia Missione a fianco delle forze del Bene.
Uno shock, la mia vita cambiò radicalmente e anche il mio modo di vedere me stessa; non è stato facile accettare una simile responsabilità ma, allo stesso tempo, finalmente tutto mi è parso chiaro, le mie visioni, l’emarginazione e l’odio che, senza motivo apparente, sentivo verso di me.
Insomma, è stato uno shock ma chiarificatore, mi ha reso orgogliosa e sicura di me stessa.

Cosa rappresenta per te la missione che ora sai di dover portare avanti?
La mia Missione rappresenta per me un grande onore, un motivo di orgoglio e una grande responsabilità. E’ motivo di riscatto ma anche di sofferenza, ho un rapporto, diciamo, ambiguo con la Missione perché, da un lato, è la mia ragione di vita ma, dall’altro, mi rende “diversa” e fin troppo consapevole dei misteri dell’esistenza. Niente spensieratezza per me.

Quali sono i tuoi nemici in questa vicenda? E di chi invece sai che puoi fidarti?
I miei nemici sono i demoni colonizzatori, dannate larve che stanno occupando ogni singolo borgo, città, metropoli del mondo al fine di diventare la razza dominante sul pianeta Terra. Si nascondono sotto finte spoglie umane e agli occhi degli umani appaiono come semplici amici, negozianti, vicini, professionisti… E, di conseguenza, anche gli umani del paese sono miei nemici poiché non mi comprendono, non possono sapere nulla del mistero della mia esistenza e mi additano come “strana”, “dispotica”, “asociale”.
Posso fidarmi del prozio e di Devin, paladino del Bene e mio prezioso alleato. Tuttavia, anche loro due custodiscono segreti che non vogliono rivelarmi…

Qual’è il tuo incubo più grande?
Il mio incubo più grande? Non riuscire a portare a termine la Missione a causa della passione proibita per il Capo dei demoni del paese, cosa che non so dove mi condurrà…
Non posso venire meno ai principi del Bene, tradire la Missione, il mio destino ma sono fragile e mi sono lasciata trasportare da un’insana passione… Non so come uscirne e poi ho il terrore che Devin venga a sapere tutto… A quali conseguenze porterebbe il fallimento della Missione? Meglio non immaginarlo.

E il tuo sogno più grande?
Il mio sogno più grande è portare a termine la Missione, distruggere il Male e vedere il mondo rinascere nella Luce, come dice sempre Devin. Sì, lo so che sono contraddittoria, ma vivo un intricato dilemma…

Domanda di rito per l’autrice di questo romanzo, Flavia Cantini: quanto ti identifichi con il tuo personaggio?
Io, autrice, mi identifico molto nella protagonista. Mi sento anch’io diversa dalla massa e speciale, sono sempre stata una ragazza profonda, riflessiva, anche solitaria e poco compresa nelle mie riflessioni e nel grande trasporto per l’arte.
Nel vissuto di Selene c’è tanto del mio passato, le mie aspirazioni, la mia fantasia.
Selene ha molto del mio carattere, del mio rapporto con la realtà di tutti i giorni (la banale routine mi va molto stretta), del mio interesse per il paranormale e ipotetiche realtà parallele a quella umana. Attraverso il personaggio di Selene ho anche avuto modo di affrontare e episodi spiacevoli del mio passato e di rielaborarli (la scrittura sa essere terapeutica).

“Notti senza luna” è al suo primo volume... ci anticipi qualcosa sui prossimi due?
Selene: A questa domanda risponde l’autrice che la sa più lunga di noi personaggi ed è lei che ci consente di esistere eheh.
Flavia: Gli altri due volumi? Il secondo volume l’ho appena terminato e posso dire che una definizione appropriata è “fantasy-psicologico”. Sì perché Selene dovrà affrontare i traumi e i fantasmi del suo difficile passato e venire a patti con le sue fragilità e paure umane. Poi, si troverà di fronte alla scelta più cruciale di tutte: seguire il Bene o continuare a lasciarsi affascinare dal Male? E, se segue il Bene, sarà poi davvero una strada facile e tutta in discesa?
Per quanto riguarda il terzo, il più difficile da scrivere a mio avviso, per ora è soltanto abbozzato ma direi che è il più fantasy dei tre, conosceremo una nuova realtà e nuovi personaggi.

Allora in bocca al lupo per la scrittura dei prossimi volumi e grazie per questa intervista!
E se volete sapere di più su questo romanzo, vi invito a visitare i siti di Flavia:
http://flaviascrittrice.blogspot.com
www.flaviacantini.it

NOTTI SENZA LUNA – Vol. I
di Flavia Cantini
Arduino Sacco Editore

Trama
Una ragazza solitaria, la razza del male giunta sulla Terra, una missione: liberare il paese natio dai demoni invasori. Un imprevisto: l’irresistibile attrazione per Larck, il temibile ma affascinante Capo dei demoni.
Un dilemma: porre fine all’esistenza dell’amante demoniaco, rinnegando l’attrazione proibita o risparmiarlo, contravvenendo alla Missione e aprendo la strada a qualcosa d’incontrollabile?

L'Autore
Cantini Flavia nasce a Savona il 20/03/1987. I suoi primi racconti brevi inizia a scriverli all’età di sei anni. A quindici anni, nel 2002, ottiene il Secondo premio al concorso di Poesia e Narrativa organizzato dalla CaARTEiv, Associazione Culturale ligure. A sedici anni, nel 2003, ottiene il Primo premio al successivo concorso di Poesia e narrativa organizzato dalla CaARTEiv. Si diploma al Liceo Classico nel 2006 e consegue la Laurea in Dams Cinema nel 2010. Nel 2011 studia regia alla Scuola d’Arte Cinematografica di Genova e dirige i suoi primi due cortometraggi “Il filo di Arianna” e “Prigione di silenzio” ( e una video animazione). Non lascia passare giorno senza dedicarsi alla sua grande passione, la scrittura. Nel 2009 partecipa alla Quinta Edizione del Concorso “Granelli di Parole” indetto dalla Casa Editrice Kimerik e il suo racconto breve viene segnalato per “Meriti Letterari” e, perciò, inserito nel volume curato e edito dalla suddetta Casa Editrice intitolato “Racconti di Autori Italiani”.
Nel 2010 pubblica con l’Associazione Culturale CaARTEiv una storia di vita vissuta in un agevole volumetto intitolato “Ritratto”. Lo presenta al pubblico in una giornata curata dalla suddetta Associazione e la notizia viene riportata su giornali locali e siti internet.
Nel 2011 pubblica con la Casa editrice Arduino Sacco Editore il romanzo fantasy (volume primo di una trilogia) “Notti senza luna”, e nel 2012 il seguito, "Notti senza luna - Il male e l'angelo".


NOTTI SENZA LUNA – Vol. II
Il male e l'angelo
di Flavia Cantini
Arduino Sacco Editore

Commenti