Passa ai contenuti principali

Cerchi un editor? #3 - Intervista a Michele Renzullo


Per questo terzo appuntamento con le interviste dedicate agli editor freelance mi è sembrato giusto farvi conoscere una prospettiva maschile, dopo due “voci” femminili. Qui i link alle precedenti interviste.

Vi presento, dunque, Michele Renzullo, fondatore del sito Scrittura Creativa e di un video corso dedicato alla scrittura.

Ciao Michele, benvenuto! Ti va di cominciare raccontando qualcosa di te e in particolare del percorso che ti ha portato a diventare un editor?

Ciao Maria Teresa, e grazie per questa opportunità, ti seguo sempre con piacere. Il lavoro di editor è stata una conseguenza diretta di quello di insegnante e tutor di scrittura creativa per la mia accademia online. A ogni lezione, difatti, ci sono degli esercizi da svolgere, nonché gli studenti possono partecipare alla pubblicazione di una raccolta di racconti. Ecco, il mio lavoro di editor è rivolto principalmente ai miei studenti.

Parliamo subito delle tue video lezioni di scrittura creativa, che compongono un vero e proprio corso, come si scopre andando sul tuo sito https://www.scritturacreativa.org/. Nel video di presentazione spieghi che “non hai trovato quello che cercavi e così hai deciso di crearlo”. In che senso? Ovvero com’è nata l’idea?

Vivo all’estero da parecchi anni. Cercavo una scuola o un corso di scrittura creativa in lingua italiana (sia a Dublino che a Barcellona), per ritrovare un ambiente con gente appassionata alla narrativa. Non esistono. Allora ho cercato online, ma anche qui l’offerta si limita a del materiale in pdf che viene inviato agli studenti. Davvero poco interessante. Dato il mio background in digital marketing ho deciso, quindi, di creare una piattaforma online con video lezioni che fosse usufruibile sia dall’Italia che dall’estero.

Abbinati ai video ci sono anche esercizi, un tutor a disposizione, pdf e molto altro materiale. Tu stesso la definisci una vera e propria accademia. Suppongo che preparare tutto questo abbia richiesto tantissimo lavoro e preparazione...

Oh, sì. Penso che la chiave di tutto sia stato lo spirito di iniziativa e imprenditoriale. Ho dovuto apprendere moltissime competenze che non avevo. Ho costruito la piattaforma, ho imparato a stare di fronte a una telecamera, a montare i video, realizzare la grafica per le slide, selezionare i testi. E naturalmente, scrivere gli script per i video e realizzarli. Ho comprato una pila di libri tecnici, studiato e rielaborato secondo la mia esperienza di scrittore e di lettore appassionato. La cosa incredibile è che romanzi che pensavo dimenticati (letti quando ero adolescente) sono riaffiorati alla memoria, quando ho dovuto portare esempi pratici. Il tutto, circa, è durato due anni di lavoro h24, ma considero il progetto ancora in divenire.

Segnalo intanto ai lettori che si può accedere a tre video lezioni gratuitamente iscrivendosi alla tua newsletter. Poi volevo chiederti, concretamente a chi è destinato questo corso? Per meglio dire, come può aiutare chi intende scrivere un romanzo?

Io consiglierei questo corso, che copre tutti gli argomenti relativi all’acquisizione delle tecniche narrative, a chi parte da zero, o a chi ha seguito solo qualche workshop ed è interessato a imparare a scrivere un racconto o un romanzo. Ogni lezione affronta sia la teoria, sia la pratica, con esempi tratti da testi che ho letto. In più ci sono gli esercizi con cui poter confrontarsi.

Il primo dubbio che può venir fuori da un progetto di corso online è quello di una possibile mancanza di confronto, però ho visto che hai pensato anche a questo con un gruppo Facebook. Come sta andando secondo te quest’esperienza di laboratorio letterario virtuale? È come te l’aspettavi?

Certo, questi dubbi sono legittimi, e dico anche che un corso online non può forse sostituire un corso in aula, se si vuole stabilire subito un contatto fisico con altra gente. Più che il gruppo chiuso Fb, mi ha dato molta soddisfazione la pagina Facebook, in cui ho circa quattro mila followers molto attenti. Ogni venerdì, ad esempio, pubblico un “Esercizio di stile”. Devo ammettere che piace molto. E circa una volta alla settimana condivido una risorsa (gratuita) del mio blog. In realtà, partendo dall’online, ho creato delle vere e proprie relazioni interpersonali, sia con gli studenti, che con altri scrittori che ho avuto la fortuna di intervistare dal vivo.
Il confronto diretto da parte degli studenti, naturalmente, è con me.

Leggo come sottotitolo del tuo sito “Imparerai a scrivere un romanzo o racconto sviluppando il tuo senso critico”. Intuisco che una parte importante del corso sia dedicata all’analisi dei romanzi e delle storie, è così?

Assolutamente. Nel corso leggo estratti tratti da romanzi e racconti, cercando di sottolineare perché un passaggio è stato particolarmente bello, oppure perché la costruzione e il montaggio della trama siano stati efficaci, o ancora come è stato creato un personaggio. Per poter migliorare nella propria scrittura è fondamentale imparare a leggere come scrittore.

Oltre però a questo corso di scrittura, offri altri servizi editoriali per chi scrive? Diciamo servizi più tradizionali in qualità di editor?

Sì, oltre al tutoraggio, offro anche il classico editing e revisione di bozze, per chi volesse già lavorare su un proprio manoscritto.

Visto che hai una certa esperienza di confronto con scrittori in erba, vorrei chiederti: quali sono le debolezze più grandi che riscontri nei testi di narrativa e le difficoltà principali in cui si imbatte chi scrive il suo primo romanzo?

Un comune tratto debole che ho riscontrato tra gli scrittori esordienti è quello stilistico. Si tende a lavorare poco sul testo, a non riscrivere, non revisionare, tagliare poco. Ne risultano testi ridondanti, un po’ scolastici, e che a volte sbandano un po’. I dialoghi sono un altro grande cruccio: risultano a volte poco credibili o stile “telenovela”. Per chi si accinge a scrivere un romanzo (un testo lungo quindi) la trama è un altro scoglio difficile da superare.

Tra gli articoli che ho letto sul tuo sito nell’area risorse (https://www.scritturacreativa.org/risorse/), mi è piaciuto molto quello su come editare un libro (https://www.scritturacreativa.org/come-editare-un-libro/). Mi ha colpito molto la passione che emanano i tuoi testi, lo spirito da vero e proprio coach letterario. Sarà anche perché il tuo lavoro deriva da una vera e propria passione personale per la scrittura?

Non avrei mai iniziato questo progetto se non avessi (e continuo a farlo tuttora) sudato sulle mie carte, capito le difficoltà che si prova davanti alla pagina bianca. La scrittura è la mia passione principale, e lo è da circa 30 anni.

Cosa ci dici del Michele Renzullo autore? So che hai un romanzo pubblicato dal titolo affascinante, L'una di Ferragosto.

Ti ringrazio per l’affascinante. Sono molto orgoglioso e soddisfatto di questo romanzo. Mi è piaciuto giocare con l’intreccio, il respiro internazionale (è ambientato in Brasile e in Finlandia in due epoche diverse), usare due stili narrativi diversi. Mi piace che, alla fine del viaggio dell’eroe – un eroe contemporaneo di tutti i giorni – ci sia il lieto fine. È venuto da sé.

Prima di salutarti e ringraziarti per aver partecipato all’intervista, che ne dici di lasciarci i tuoi contatti?

Certo, grazie ancora per questa intervista.
Sito: www.scritturacreativa.org 
Indirizzo email: michele@scritturacreativa.org
Pagina Facebook: https://www.facebook.com/scritturacreativa.org/

Commenti

  1. Essendo di natura molto curiosa sono andata subito a curiosare sul sito e approffittato dell'opportunità di scaricare i video gratuiti. Ora mi vado a immergere nel primo che sembra fatto al caso mio. Scegliere la parola migliore. Scusate vado a lezione, e grazie per questa interessantissima intervista.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Nadia. Fammi sapere anche se trovi interessanti le altre lezioni.

      Elimina
  2. Sono andata sul sito e vorrei approfitto dei video gratuiti, il video di presentazione mi è piaciuto un sacco! Complimenti per questa bella intervista.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giulia. Se hai lasciato la tua email ti arriveranno 4 email con 4 video.

      Elimina
    2. Grazie Michele, ho seguito i primi tre video, molto interessanti! Sei molto bravo.

      Elimina
    3. Grazie Giulia, mi fa molto piacere

      Elimina
  3. Bentrovato Michele! Ho trovato l'intervista molto interessante, ha messo in luce tutte le opportunità che offri con la tua Accademia. Grazie Maria Teresa per la segnalazione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ben ritrovata a te Rosalia, e grazie ancora per aver ospitato il mio contributo sui dialoghi.

      Elimina
  4. Arrivo tardi per colpa del nano, non il nano da giardino, ma il NaNoWriMo :)
    Prima di tutto sono contenta di vedere che esistono anche editor maschili! Perché finora avevo conosciuto o letto solo editor femminili. E poi diciamo della parità! :D
    Poi, personalmente ho già provato l'esperienza di un videocorso, anche se era in diretta streaming in una classe virtuale: ho seguito un trimestre di "Così lontano, così vicino" con Antonella Cilento. Da una parte è vero che lo streaming ti impone degli orari che non tutti riescono a seguire (poi c'era la lezione registrata disponibile, ma si perdeva il confronto, la lettura insieme, la possibilità di commentare o fare domande), dall'altra è vero che non c'è il rapporto umano e l'immediatezza della comunicazione non verbale presenti in una classe fisica. Si perde l'empatia della fatica di scrivere.
    Però è l'unica maniera per chi ha un lavoro full time o abita in una zona sfornita di corsi di scrittura di potervi accedere ugualmente. Ergo, ben vengano le soluzioni online.
    Anche se poi il difficile non è scrivere... il difficile è pubblicare! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Barbara,
      grazie del tuo contributo.
      E' vero: non solo gli editor sono quasi tutte donne, ma anche gli autori. Il 90% dei miei corsisti sono studentesse.
      Per quanto riguarda la difficoltà nel pubblicare e dello scrivere non sono propriamente d'accordo. Scrivere è difficile, impegnativo, faticoso, e pubblicare con una discreta casa editrice non è impossibile. Ne ho le prove :) ciao e buona scrittura

      Elimina

Posta un commento

Ogni contributo è prezioso, non dimenticarti di lasciare la tua opinione dopo la lettura.

Se vuoi ricevere una notifica per e-mail con le risposte, metti la spunta su "inviami notifiche".

Ti prego di non inserire link o indirizzi e-mail nel testo del commento, altrimenti sarò costretta a rimuovere il commento. Grazie!

Info sulla Privacy

Policy Privacy di Google per chi commenta con un account Blogger o Google+