Passa ai contenuti principali

In primo piano

Promozione: massima resa col minimo sforzo

Quando penso al periodo della promozione di un libro, quello che mi viene in mente è soprattutto la grande fatica che si fa. Una fatica non sempre ripagata. Ovvero, da una parte c'è il lavoro per far conoscere la propria opera, dall'altra i risultati quasi sempre inferiori rispetto agli sforzi.

“Sarà il nostro segreto” è arrivato



Ci siamo! Da oggi è disponibile su Amazon il mio nuovo romanzo dal titolo “Sarà il nostro segreto”.

Lasciate che vi racconti qualcosa in proposito.
Finora avevo scritto soprattutto storie a sfondo esoterico, ma sentivo l’esigenza di cimentarmi con qualcosa di diverso, e in particolare con un noir senza connotazioni sovrannaturali.
La storia mi girava in testa già da tempo, però non avevo mai avuto occasione per metterla a fuoco. Quando ho cominciato a scrivere, ho avuto subito l'impressione che la protagonista prendesse il controllo. Ciò che è venuto fuori è un romanzo soprattutto psicologico.

In “Sarà il nostro segreto”, Valeria si ritrova a fronteggiare la morte del marito Filippo, avvenuta durante un incidente stradale, in circostanze che riconducono a un omicidio. Sola e senza una famiglia alle spalle, Valeria viene accolta presso la famiglia del marito e cerca conforto nelle premure del cognato Raffaele. Ma ben presto comincia a sentirsi soffocata dalle sue attenzioni morbose e a capire che troppi segreti circondano la famiglia. Oltre a focalizzarsi sul mistero della morte di Filippo, Sarà il nostro segreto è soprattutto un romanzo che scava sulla fragilità di una donna che perde l’amore della sua vita e su come un simile dolore possa cambiare a fondo.

Ci sono stati momenti sofferti per me, durante la stesura di questo romanzo, perché scrivere di un lutto non è affatto facile e ancora di più visto che in questo caso si tratta di una vedovanza. Ma è stata un'esperienza intensa e molto coinvolgente.

La storia è ambientata in particolare a Nemi, che per chi non lo sapesse è uno dei Castelli Romani famoso per il bel lago e per le fragole. La scelta di questa cittadina è stata istintiva, forse perché amo molto quei luoghi, o forse perché mi sembravano lo scenario giusto per la storia. Molto è però inventato, in particolare la Biblioteca Tomei dedicata alla musica, che nella realtà non esiste.

E ora vi lascio a qualche informazione sul romanzo.


Trama

È notte fonda quando Valeria viene trascinata fuori casa dal marito Filippo, senza una spiegazione. Dopo una frenetica corsa, l’auto finisce fuori strada e Filippo perde la vita. Per la polizia non ci sono dubbi: si è trattato di omicidio.
Disperata e stordita dall’accaduto, Valeria si rifugia presso la villa di famiglia del marito, che ospita una biblioteca privata dedicata alla musica. Con lo scorrere dei giorni, nella soffocante atmosfera della casa cominciano a emergere segreti collegati alla biblioteca e al fratello di Filippo, Raffaele, da sempre innamorato di Valeria.
Mentre le indagini della polizia tentano di sbrogliare il caso, Valeria deve fare i conti con l’immenso dolore per aver perso l’uomo che amava. Una sfida che si fa ancora più ardua quando si convince che per vendicare la morte di Filippo c’è una sola strada: uccidere Raffaele.

Il dubbio si insinua sottopelle. Cresce. Diventa ossessione. 


Chi volesse acquistarlo, lo trova in esclusiva su Amazon:
L'ebook è inoltre disponibile gratuitamente per chi ha l'abbonamento Kindle Unlimited.
Chi volesse leggere gratuitamente i primi capitoli può scaricare il pdf, oppure sfogliare l'anteprima di Amazon.


Incipit

L’idea di ucciderlo prese forma il giorno del mio compleanno.
In altre circostanze avrei organizzato una cena in famiglia, sarei uscita a festeggiare con gli amici o avrei optato per un tête-à-tête in casa, solo io e te. In un altro tempo, un’altra vita. Ormai tu non c’eri più, e celebrare la mia nascita era diventato irrilevante. Un giorno qualunque.
Era tarda mattina, quando scesi in cucina per la colazione e trovai in bella vista una torta, poggiata proprio al centro del tavolo. Una sontuosa costruzione di pan di Spagna al cacao, rivestita di glassa a specchio, sormontata da riccioli di cioccolato e circondata da ciuffi di panna, come una regina attorniata dalla sua corte. In cima spiccava una candelina a forma di “35”. Non era difficile intuire chi l’avesse preparata.
Il profumo tentatore del cioccolato si spandeva per la stanza, mentre contemplavo il dolce, combattuta tra la stizza e il desiderio di affondarvi un dito come una bambina incapace di contenersi.


Chi mi ha seguito in questo periodo qui o su Facebook, sa che avevo molti dubbi su quando pubblicare questo romanzo. Data la difficile situazione che tutti noi stiamo vivendo, avevo messo in pausa la pubblicazione. Lanciare un nuovo libro, mi sarebbe sembrata una mancanza di rispetto nei confronti della tanta sofferenza che c'è in tutto il mondo. Tuttavia, proprio per questo senso di precarietà, questo non sapere cosa ci aspetta dietro l'angolo, i recente mi sono decisa ad avviare la pubblicazione. In fondo abbiamo bisogno di credere in qualcosa di positivo in periodi come questo. E per me la nascita di questo romanzo è senz'altro una cosa positiva.

Fatemi conoscere le vostre impressioni!

Commenti

  1. Congratulazioni. Finisco di leggere il romanzo che ho iniziato un paio di giorni fa, non ci vorrà molto e lo prendo. Sinceramente il tratto esoterico non è tanto nelle mie corde, ho letto Bagliori nel buio e mi piacque molto e lo preferii rispetto a Come un Dio immortale. Quindi sono molto curiosa di scoprire una storia dove manchi la peculiarità che ho sempre sentito meno affine a me. Ti faccio i miei complimenti per esserti buttata, non credo sia una mancanza di rispetto pubblicarlo ora. Un caro abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sandra!
      Penso che si attraversino varie fasi sia come scrittori che come lettori. Fino a qualche anno fa io amavo i romanzi con elementi sovrannaturali, e quindi era anche naturale volerli scrivere. Oggi non mi sento più in linea con questo, infatti preferisco di gran lunga leggere romanzi psicologici con vene gialle/noir. E dunque penso di continuare anche a sperimentare questo genere nella scrittura.
      Spero comunque che il mio romanzo possa incontrare i tuoi gusti, per ora ti ringrazio dell'interesse che apprezzo molto. Un caro abbraccio a te

      Elimina
  2. Ciao Maria Teresa, congratulazioni per il tuo nuovo libro. Hai fatto bene a completarlo. In questo periodo di reclusione forzata ,abbiamo capito il vero valore della vita e il valore su ciò in cui crediamo ,cioè le nostre passioni.
    Non vedo l ora d leggerlo.
    Un abbraccio
    Antonio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Antonio, grazie! Dici bene, questo periodo ha collocato tutto in una nuova prospettiva. Non possiamo essere certi del futuro, ma è giusto e doveroso prenderci cura delle nostre passioni come di tutto ciò che ha valore per noi. Grazie per le tue parole e per l'interesse ^_^

      Elimina
  3. Beh, hanno riaperto le librerie, seppure con molte precauzioni, perciò adesso la pubblicazione ci sta. Speriamo che ripartano anche le consegne di Amazon sui libri cartacei, per arrivare anche ai lettori tradizionalisti. Io ho in fila Tra l'ombra e l'anima, mi ci vuole un'altra quarantena per fare fondo a tutte le scorte, ma lo metto nella lista dei prossimi acquisti. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Barbara :) Sì, le consegne di Amazon sono ripartite, fino a poco tempo fa i tempi erano lunghetti, ma ora l'attesa dovrebbe essersi accorciata. O almeno spero!

      Elimina
  4. Congratulazioni, alla prossima uscita della mia rubrica di segnalazioni inserisco il tuo nuovo parto letterario.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio molto, Nick! E' sempre un onore essere essere sul tuo blog. Ti ho mandato una mail ^_^

      Elimina
  5. Congratulazioni e in bocca al lupo!

    RispondiElimina
  6. Come sai l'ho pre-ordinato e stamattina era sul mio iPad, ho iniziato a leggere l'anteprima, conto comunque di leggerlo in questo periodo, sono molto curiosa di leggere questo tuo nuovo libro. Davvero la protagonista ti ha guidato? È una sensazione strana ma ti capisco perchè è capitato anche a me. Hai fatto bene a pubblicarlo, è giusto, forse proprio per l'incertezza che viviamo, del resto ora c'è una gran voglia di tornare alla vita...e poi chi vuol essere lieto sia del domani non v'è certezza

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ancora, Giulia! Non vedo l'ora di conoscere il tuo parere ^_^
      Sì, è una sensazione strana quella di essere guidati dai personaggi ed è anche difficile da descrivere. Diciamo che avevo in mente di scrivere la storia con una certa piega, ma fin da subito la protagonista mi ha preso la mano, è stato come se volesse raccontare in una prospettiva molto più "sua" di quella che avevo in mente. Ho ceduto perché non avrei potuto fare altrimenti!

      Elimina
  7. Non so se sia il momento migliore ma di sicuro è quello giusto per questo romanzo nei tuoi toni sempre un pò cupi. E poi sento puzza di giallo In ogni caso congratulazioni! Sai che lo leggerò, come ho letto gli altri. Solo sono un pò lenta... Intanto un gigantesco in bocca al lupo !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Elena! I tempi sono quelli che sono e bisogna farci i conti. Spero che ci sia qualcuno che abbia voglia di leggere un noir ^_^

      Elimina
  8. Ben arrivato al nuovo romanzo, e complimenti a te! Anch'io amo in generale le sfumature sovrannaturali - soprattutto perché le sento... naturali! - ma mi piace anche restare con i piedi per terra, scrivendo. Tanto poi si decolla ugualmente, se tutto va bene. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille! Per ora ho messo da parte le sfumature sovrannaturali per esplorare altri territori, e non mi dispiace affatto, ma in futuro è probabile che torni a questa passione :)

      Elimina
  9. Arrivo in ritardo per farti molti complimenti per la tua nuova pubblicazione. :) Hai fatto bene comunque a pubblicare ora, come sai mi sono fatta anch'io molte domande in questi giorni. Ma, in fondo, si legge anche in forma ebook e poi si spera che, per quanto riguarda il cartaceo, lentamente la situazione torni alla normalità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Cristina :) E' stata una decisione un po' sofferta, ma sono contenta di averla presa. Penso che la gente, dopo un primo momento di difficoltà, abbia trovato rifugio nella lettura. Non tutti, certo, ma vedo che per molti è così. Sui cartacei si sono ancora dei ritardi nelle consegne, spero che si risolvano.

      Elimina
  10. Finalmente il frutto della fatica! Ottima notizia, grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Rebecca! Eh sì, il frutto della fatica ha visto finalmente la luce. E' sempre una gioia, bisogna ammetterlo ^_^

      Elimina

Posta un commento

Ogni contributo è prezioso, non dimenticarti di lasciare la tua opinione dopo la lettura.
Se vuoi ricevere una notifica per e-mail con le risposte, metti la spunta su "inviami notifiche".
Ti prego di non inserire link o indirizzi e-mail nel testo del commento, altrimenti sarò costretta a rimuovere il commento. Grazie!

Info sulla Privacy

Policy Privacy di Google per chi commenta con un account Blogger o Google+