Passa ai contenuti principali

Giulia Mancini presenta “La sottile linea del male”


Il libro che vi propongo questo mese, nell'ambito delle presentazioni fatte dagli autori stessi, è un thriller scritto da Giulia Mancini, che fa seguito a “Fragile come il silenzio”, primo della serie sulle indagini di Saverio Sorace. Ce ne parla l'autrice.


Sinossi

Un professore universitario viene assassinato brutalmente, il suo cadavere viene ritrovato lungo il sentiero di collina dove lui abitualmente andava a correre. Il corpo e il viso massacrato a colpi di pietra. Era un uomo benvoluto da tutti e, apparentemente, senza nessuna ombra nella vita. Chi lo ha ucciso? Il professore, un uomo pieno di fascino, considerato, nel lavoro e nella vita, un maestro dalla mente eccelsa e una guida dalla volontà granitica, nascondeva però aspetti sconosciuti e ambigui. Il Commissario capo Saverio Sorace, combattuto tra le inquietudini del suo recente passato e le ansie di un amore latente, è costretto a indagare entrando nelle dinamiche sotterranee del mondo accademico, scoprendo intrighi segreti di potere di cui nessuno si accorge o finge di non vedere.

Quanto male esiste nella vita di tutti i giorni? Esistono situazioni in cui i più deboli soffrono e vengono schiacciati. Ed è tutto perfettamente legale, nessun omicidio, nessuna infrazione, solo il potere che gioca con la vita delle persone e provoca una lenta morte. E, troppo spesso, gli artefici di tutto restano impuniti nella loro gabbia di potere.

Il male può ingannare con le sue lusinghe e farci dimenticare che Lucifero era l’angelo più bello del paradiso.

La sottile linea del male è il secondo episodio delle indagini di Saverio Sorace, un commissario napoletano trapiantato a Bologna, un uomo tormentato con un passato che vorrebbe dimenticare e che spera di ricominciare una nuova vita in questa città. In Fragile come il silenzio Saverio era alla ricerca di un misterioso un serial killer che insanguinava l’estate bolognese, stavolta è invece alle prese con un inquietante delitto maturato nel mondo universitario. Un importante professore ucciso con assurda ferocia. La dinamica dell’omicidio fa capire subito che l’uomo è stato colpito da qualcuno che lo odiava profondamente.  Chi poteva odiare così tanto un uomo benvoluto e dalla vita apparentemente perfetta? Ma non tutto è come appare, perché la vittima portava una maschera dietro la quale sapeva nascondere bene la sua vera essenza.

Il professore, un cinquantenne rampante pieno di fascino, sembra aver raggiunto ogni obiettivo nella sua vita, è bello, sicuro di sé, molto spesso arrogante, non si fa scrupoli per arrivare dove vuole. Nel suo campo è un leader a tutti gli effetti e, per questo, può suscitare molte invidie. È questa la sua colpa? Il suo successo indiscusso ha suscitato l’odio da parte di colui che è diventato il suo assassino o c’è dell’altro? Non è troppo diverso da molti uomini di successo della società odierna. Ed è qui che le indagini si complicano, perché il confine tra il bene e il male diventa sottile e indefinibile.
Per Saverio l’ambiente universitario, sede della scienza e della cultura, è un mondo eccelso superiore alle umane miserie. Con le indagini quel mondo si rivela, invece, composto anche da uomini meschini e imperfetti come tutti, un mondo dove regnano l’intrigo, le manovre di potere e insane passioni. Sullo sfondo Bologna, una città contraddittoria con le sue bellezze nascoste e i suoi problemi irrisolti.

E ancora una volta Saverio Sorace si lascia guidare dal suo forte impulso naturale, dalla sua innata capacità di osservare oltre le apparenze e catturare immediatamente il linguaggio non verbale dei suoi interlocutori scoprendo spesso molto di più con l’istinto che con le prove.

Giulia Mancini

Dal Prologo

Si sentiva scoppiare il cuore ma non rallentava, aveva già percorso dieci chilometri ed era quasi alla fine della strada collinare, dopo avrebbe potuto rallentare perché il percorso digradava lentamente. Sentì qualcuno che correva dietro di lui, aveva guardato più volte con la coda dell’occhio, sembrava uno con la sua stessa resistenza e tenacia nella corsa. Ormai sentiva le gambe doloranti e gli mancava l’aria nei polmoni. Rallentò e lasciò che l’uomo dietro di lui lo superasse.
«Accidenti, corre più forte di me» pensò osservando la sua falcata forte e sicura, non senza un guizzo di disappunto. Non amava essere superato in generale, tantomeno nella corsa e da uno sconosciuto qualsiasi.
Continuò nel suo tragitto e guardò davanti a sé, l’uomo era ormai lontano e, dopo poco, lo vide sparire dietro la curva della strada.
La bruma leggera del mattino autunnale si stava dissolvendo e l’aria cominciava a scaldarsi, nonostante questo, per un attimo, sentì un lungo brivido di freddo lungo la schiena. Una strana sensazione di terrore del tutto immotivata.
«Sto tirando troppo la corda» pensò «devo rallentare, mica posso farmi venire un infarto per la corsa».
Ormai era quasi alla fine della strada, vide l’uomo di prima fermo al bivio, come se lo aspettasse, si guardò intorno, la strada era deserta e non passava nessuna auto, riprovò nuovamente quella sensazione di terrore puro lungo la schiena.

In vendita su: AmazonIBS; Kobo; iBooks; Google Play
Il primo romanzo della serie sul Commissario Sorace, Fragile come il silenzio, è reperibile in ebook o cartaceo su AmazonIBS; Kobo; iBooksGoogle Play
Fragile come il silenzio e La sottile linea del male sono in promozione fino al 12 giugno a 1,99 € su tutti gli store

Blog dell’autrice: Liberamente Giulia

Commenti

  1. Ma è imperdibile a questo prezzo!
    Lo dico perché l'ho letto, gustandomi ogni recondito angolo di supposizione su chi potesse essere il misterioso assassino e sul perché avesse commesso un gesto tanto efferato ma al contempo...
    Davvero, è imperdibile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Nadia, grazie per le tue parole, sono felice che i due romanzi ti siano piaciuti e approfitto per ringraziarti ancora anche qua. L'offerta mi sembra conveniente per chi voglia fare scorta di letture per l'estate, ho pensato di farla anche perché il 7 giugno è stato il compleanno del primo romanzo e mi sembrava una bella idea per festeggiare.

      Elimina
  2. Grazie Maria Teresa per questa bella opportunità!
    Spero che i lettori del tuo blog siano tentati visto l'offerta conveniente dei due ebook!

    RispondiElimina
  3. Ottima presentazione, metto in lista!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lisa spero che la lettura sia piacevole, sperando che ami il genere! I miei gialli hanno sempre anche un tracciato più impegnato, non mi riesce di scrivere diversamente...

      Elimina
  4. Ciao Giulia, di sicuro me l'accaparro. Ne ho già uno del Commissario Sorace nel Kindle anche se ancora non l'ho iniziato. Ho pronte le letture per l'estate. Grazie Maria Teresa per la segnalazione;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Rosalia, sono felice di aver creato questa occasione a un piccolo prezzo. Anch'io ho il tuo libro in lista da leggere e spero di poterlo fare al più presto :)

      Elimina
  5. Approfitto dell'offerta senza pensarci due volte. :)

    RispondiElimina
  6. Sono sempre più intrigata dall'idea di tuffarmi nei tuoi thriller, Giulia! Ti ringrazio per questa presentazione e ti auguro tanto successo anche per questo secondo capitolo della serie.
    E dimmi, ce ne sarà un terzo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cara Maria Teresa, il tuo entusiasmo all'idea di tuffarti nei miei thriller mi rende felice. Sono io che ringrazio te per aver avuto l'occasione di presentare il mio romanzo, agganciandovi anche io primo. Il terzo romanzo è ancora tutto solo nei miei pensieri, però spero di scriverlo, dopo l'estate...

      Elimina
  7. Preso! Nonostante mi fossi ripromessa di non effettuare nuovi acquisti. Però sto facendo ordine nelle letture, e nel kobo. Sto cercando di dare fondo a tutti gli arretrati, con la precedenza agli amici blogger. ;)
    Così quest'estate mi aspetta il giallo di Giulia! O i gialli di Giulia! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Barbara! (spero che tu l'abbia preso quando era in offerta). Anch'io cerco di dar precedenza nelle letture ai libri degli amici blogger. Questa estate ne ho già una certa scorta, sto leggendo "Come una piuma" di Rosalia Pucci, poi ho il cartaceo Tutto è tenebra di Massimiliano Riccardi e prenderò appena possibile il romanzo di Lisa Agosti "Torno Subito"...:D

      Elimina

Posta un commento

Ogni contributo è prezioso, non dimenticarti di lasciare la tua opinione dopo la lettura.

Se vuoi ricevere una notifica per e-mail con le risposte, metti la spunta su "inviami notifiche".

Ti prego di non inserire link o indirizzi e-mail nel testo del commento, altrimenti sarò costretta a rimuovere il commento. Grazie!

Info sulla Privacy

Policy Privacy di Google per chi commenta con un account Blogger o Google+