Intervista a Ilaria Vecchietti


Buongiorno a tutti! Oggi ho il piacere di avere come ospite l'autrice Ilaria Vecchietti per una chiacchierata sui suoi libri e in particolar modo sulle sue ultime pubblicazioni.
Ilaria è anche blogger, il suo spazio si chiama Buona Lettura ed è dedicato al mondo dei libri. 

Benvenuta, Ilaria!
Prima di tutto ti va di raccontarci qualcosa sul tuo percorso? Ho letto che sei sempre stata un’appassionata lettrice, come è nata in seguito la voglia di scrivere un libro tuo?

Ciao Maria Teresa,
grazie di cuore per avermi invitata per questa intervista, mi fa tanto piacere 😊 
Sin da piccola mi piace leggere, ho incominciato con le fiabe e i libri per bambini, e poi più crescevo più leggevo romanzi per i “grandi”.
Ho sempre avuto anche una grande immaginazione e quindi inventavo storie di tutti i tipi, ma che tenevo per me, nella mia testa.
Circa una decina di anni fa ho provato a scrivere una di quelle tante storie. Mi sono messa al computer e ho iniziato a scrivere, e più scrivevo e più inventavo… fino a realizzare un vero romanzo.
Da quel momento non mi sono più fermata perché ho capito che mi piace anche tanto scrivere e inventare. Infatti quando non scrivo per un po’ è come se mi mancasse qualcosa.

Hai pubblicato due romanzi fantasy e diversi racconti romance. Perché proprio questi due generi? E con quale delle due forme narrative (romanzo e racconto) ti senti più a tuo agio?

Il mio genere preferito da sempre è il fantasy, in tutte le sue sfumature, quindi credo che sia stato naturale per me iniziare a scrivere storie appartenenti a tal genere. Mondi immaginari, magie e creature fantastiche mi hanno sempre attratta, facendo sviluppare ancora di più la mia fantasia, così sono nati i romanzi “L’Imperatrice della Tredicesima Terra” e “L’Isola dei Demoni”.

Da amante dei libri leggo ogni tipo di genere, ma sono stati pochi i romance che ho apprezzato, quindi non avrei mai pensato di scrivere storie rosa… invece…
Il primo racconto con sfumature romance che ho pubblicato è “L’ultima chance…”, è un racconto particolare perché inizia con una sorta di monologo della protagonista, con sfumature rosa appunto e un finale da fantascienza apocalittica. Questa storia è nata in un attimo, tutta impressa nella mia mente dall’inizio alla fine, ed era pensata per partecipare a un concorso letterario. A quel concorso poi avevo deciso di non partecipare perché la storia che racconto è molto personale e a cui sono molto legata, quindi non mi andava che magari potessero modificarla e cambiarla. Essendo appunto particolarmente legata ho deciso di autopubblicarla.

In collaborazione con l’autrice Claudia Piano ho scritto anche altri racconti fantasy, ambientati nel suo mondo di “Armonia”, per il suo progetto di coinvolgere i suoi lettori a scrivere un racconto. I racconti sono stati poi pubblicati in diverse raccolte “Un giorno ad Armonia”.

I due racconti che ho scritto a inizio di quest’anno sono anche quelli pensati per partecipare a due diversi concorsi letterari.
Il primo “L’invito” ha partecipato al concorso ‘Le più belle frasi d’amore’ indetto da Il mondo di Mauro e Lisi, dell’autrice Diletta Nicastro.
Sto leggendo la saga di Diletta incentrata sul Patrimonio UNESCO e mi sta piacendo molto, quindi ho provato a partecipare al suo concorso, che aveva come tema appunto ‘l’amore’. Siccome il mio precedente racconto “L’ultima chance…” era piaciuto a molti ho provato a scrive un’altra storia d’amore, anche se questa ha sfumature un po’ malinconiche. Con mia meraviglia il mio racconto ha vinto il primo premio della categoria “amore – classico – racconto” (Link della premiazione).
Il racconto è stato poi inserito nella raccolta ebook “Le più belle frasi d’amore” edita M&L, che raccoglie appunto tutti i vincitori del concorso di tutte le edizioni.

Il secondo racconto si intitola “Il fiore del destino” e ha partecipato al concorso ‘Racconta il Giappone’ indetto da Idrovolante Edizione.
Il tema del concorso era il Giappone e da amate della Terra del Sol Levante ho voluto partecipare pure a questo concorso, avendo molta fiducia anche derivata dalla vincita del precedente racconto.
Così anche in questo caso il mio racconto è stato selezionato dalla giuria e inserito assieme ad altri nella raccolta “Cinquantatré vedute del Giappone”, edita Idrovolante Edizioni, a cura di Linda Lercari e Furio Detti.

Scrivere un romanzo o scrivere un racconto è molto diverso. Nel primo caso bisogna approfondire molto la trama, i personaggi, il contesto, ogni cosa. Nel racconto invece il tutto si svolge più velocemente perché un racconto è molto breve, quindi non ci sono molti approfondimenti. Devo dire che mi trovo bene con entrambi i tipi di narrazione, poi dipende dal genere di storia che voglio raccontare. 

Come dicevi, di recente hai vinto due concorsi letterati grazie ai due racconti “L’invito”  e “Il fiore del destino”. Prima di tutto complimenti! Entrambe le storie hanno un gusto dolce-amaro, ma una conclusione felice. E in entrambe vediamo i protagonisti lottare per l’amore che sembra perduto. Posso chiederti come sono nate queste storie?

Grazie tante per i complimenti!
È vero, entrambe le storie hanno risvolti romantici e malinconici, come se l’amore per i protagonisti fosse negato e impossibile da ottenere.
Entrambe le storie mi sono nate dal cuore, da situazioni in qualche modo personali, dall’immaginazione, da desideri, dalla speranza che l’amore vinca sempre su qualsiasi situazione e problema.



A proposito del secondo racconto, poi, volevo chiederti qualcosa sull’ambientazione. Tu sei stata in Giappone o hai dovuto documentarti? 

Non sono mai stata “fisicamente” in Giappone, anche se mi piacerebbe tanto. Come ho detto all’inizio è una nazione che mi ha sempre interessato per la storia, le tradizioni, le usanze e anche per i numerosi anime 😉
Molte cose sul Giappone le avevo apprese già da tempo, poi per il racconto mi sono documentata più a fondo sulla città di Osaka, dove è ambientata la storia, scoprendo i suoi templi e monumenti.




Come è nata invece l’ispirazione per i tuoi due romanzi, “L’isola dei demoni” e L’imperatrice della Tredicesima Terra”? Ci vuoi parlare di questi due fantasy?

“L’Imperatrice della Tredicesima Terra” è nato dalla mia passione per le stelle, per lo zodiaco e per varie immagini che avevo trovato su internet, tutto questo ha messo in moto la mia mente per creare la storia.
L’ispirazione per “L’Isola dei Demoni” è nata invece, oltre sempre per la passione della magia (in questo caso specifico, creata dall’aura dei personaggi), anche per dare alla figura dei demoni un aspetto diverso rispetto a quello che siamo abituati ad associali.
Entrambi i romanzi hanno messaggi importanti, come il valore dell’amicizia, dell’amore, della difesa della propria casa e anche il rispetto per la natura e gli animali.

Il tuo blog Buona lettura invece ha avuto origine soprattutto dalla passione per la lettura. Quali sono i tuoi autori preferiti? Qualcuno di loro ispira in modo particolare la tua scrittura?

Il mio blog è nato dopo la pubblicazione del mio primo romanzo “L’Imperatrice della Tredicesima Terra”, volevo un posto tutto mio per parlare delle mie storie e dei libri che leggo. Con il tempo poi ho iniziato a collaborare con case editrici e autori, soprattutto emergenti, e anche con diversi blogger.

Ci sono tanti autori che amo, ne cito qualcuno: Glenn Cooper, Kathy Reichs, Marcello Simoni, Licia Troisi e per citare anche un autore emergente nomino Claudia Piano.

Diciamo che da tutti gli autori e da tutti i libri si impara qualcosa, il mio punto di partenza è stata Licia Troisi, un’autrice fantasy italiana che adoro. Dopodiché ho cercato di trovare la mia strada, il mio stile.


Hai quale curiosità da raccontarci sulla tua scrittura? Qualche rituale, mania... E in generale come si svolge il tuo processo creativo?

Quando devo iniziare una nuova storia, che sia un romanzo o un racconto, prima di tutto faccio delle ricerche su alcuni argomenti centrali.
Poi inizio a fare degli schemi (questi soprattutto per i romanzi), dove inserisco l’inizio, la fine e i fatti principali della storia. Faccio schemi anche sui principali personaggi, come sono fisicamente e caratterialmente.
Se scrivo un fantasy ambientato in un modo fantastico faccio uno schema anche di questo mondo, come è strutturato, come ci si vive, ricreo un po’ il tutto.
Dopodiché inizio a scrivere… piano piano, più la storia si sviluppa, più aggiungo dettagli, situazioni e modifico e cambio ciò che non va.
Quello che non deve mai mancare durante la stesura è la televisione accesa oppure la musica, devo sempre avere un sottofondo, mi aiuta a concentrarmi. 

Attualmente a cosa stai lavorando?

Sto lavorando a un nuovo romanzo fantasy con un mix di mitologia, soprattutto greca.
Una storia ambientata nel nostro mondo, spero di pubblicarlo presto.

Visto che siamo in conclusione ti ringrazio ancora tantissimo per lo spazio dedicato, mi è piaciuta molto l’intervista e spero che piaccia anche ai tuoi lettori.
Grazie e buona lettura!



I libri di Ilaria Vecchietti

 L’Imperatrice della Tredicesima Terra

Sono trascorsi mille anni dalla scomparsa di Asteria, l’Imperatrice della Tredicesima Terra, mandata dalle Antiche Divinità delle Stelle per fermare la guerra millenaria che flagellava il Mondo Conosciuto. In quei lunghissimi secoli le Terre Libere hanno portato avanti una debole resistenza alla sete di potere e di dominio del loro comune nemico… e sarà proprio in quel periodo che una ragazza, senza memoria del suo passato e della sua identità, verrà salvata dalla sua strana prigione. Sul suo corpo dodici diversi simboli che sembrerebbero rappresentare le Antiche Divinità delle Stelle. Messa al corrente della situazione attuale, inizierà un lungo viaggio (e non solo nei dodici regni, ma anche nel tempo) alla ricerca di se stessa e del suo posto nel mondo. Inoltre sarà incaricata dal Tramite della Fonte di Luce di ritrovare Asteria… l’unica che potrà salvare nuovamente il Mondo Conosciuto. Ilaria Vecchietti è nata il 19 Agosto 1988 in provincia di Vercelli. Diploma di Ragioniere e Perito Commerciale, Laurea in Scienza dell’Amministrazione e Consulenza del Lavoro con una tesi in Diritto Penale del Lavoro. Grazie a sua mamma è cresciuta in mezzo ai libri. Fin da piccola, quando le raccontava le fiabe, ha fatto in modo che si appassionasse alla lettura. Legge diversi generi, ma il suo preferito è il fantasy. Ha scoperto per caso che le piace anche scrivere. L’Imperatrice della Tredicesima Terra è il suo primo romanzo.
 
 
 

L'isola dei Demoni

Credete nel destino? È immutabile o si può cambiare?
Qualunque sia la vostra opinione, sappiate che i destini di un giovane orfano, di una ragazza in cerca di vendetta, del figlio del sovrano del regno, di una principessa esiliata e di un guerriero potentissimo, si intrecciano tra loro e alla profezia più terrificante di Isola. Riusciranno insieme a svelare i misteri, a portare alla luce la verità e a riconoscere gli amici dai nemici? E soprattutto sapranno compiere la profezia, salvando il loro mondo e loro stessi?

IN VENDITA SU AMAZON 


 
L'ultima chance... 
 
Avete mai vissuto un amore impossibile? E nonostante questa consapevolezza gli siete stati sempre vicino, soffrendo in silenzio?A Irene è successo, eppure sono stati gli anni più belli della sua vita.Ora è riuscita a tornare a casa, tutto solamente per rivedere il suo unico grande amore.
 

 

L'invito

Racconto pubblicato all'interno della raccolta Le più belle frasi d'amore

IN VENDITA SU AMAZON



Il fiore del destino

Racconto pubblicato all'interno della raccolta Cinquantatré vedute del Giappone

IN VENDITA SU AMAZON



Un giorno ad Armonia
Raccolta a cura di Claudia Piano

Questa è una meravigliosa raccolta di racconti ambientati nella scuola di Armonia. Ogni brano è stato scritto da uno dei miei lettori, persone di ogni età che hanno voluto cimentarsi e mettersi in gioco per partecipare alla mia iniziativa #armonialatuastoria. Tra gli autori ho il piacere di annoverare i ragazzi delle scuole secondarie di primo grado: Massimo D’Azeglio, Dante Alighieri e Andrea Ansaldo di Genova; colleghe e lettori che hanno amato la Saga. Troverete anche un mio racconto di un episodio particolare, molto significativo per il mondo della Musicomagia. Ovviamente potrete riscontrare qualche anomalia con il mondo narrato da me nella Saga, ma gli autori hanno interpretato il loro racconto in modo creativo e libero da ogni imposizione. 
Potete scaricare gratuitamente l'ebook sul sito di Claudia Piano.






Commenti

  1. Grazie davvero ancora per tutto!

    RispondiElimina
  2. Anche se non amo le storie fantasy mi sembra comunque un'autrice interessante

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio tanto :)
      Se non ti piace il fantasy, allora possono interessarti di più i brevi racconti rosa pubblicati nelle raccolte "Le più belle frasi d'amore" e "Cinquantatré vedute dal Giappone". O anche il racconto "L'ultima chance...", l'accenno alla fantascienza e solo nel finale.

      Elimina
  3. Ci sentiamo spesso in questi giorni, Ilaria! Complimenti per i tuoi romanzi e per i risultati dei tuoi racconti. :)

    RispondiElimina

Posta un commento

Ogni contributo è prezioso, non dimenticarti di lasciare la tua opinione dopo la lettura.
Se vuoi ricevere una notifica per e-mail con le risposte, metti la spunta su "inviami notifiche".
Se hai problemi con i commenti, ti invito a cambiare browser. Purtroppo alcuni programmi bloccano in automatico i cookie di terze parti impedendo i commenti.
Ti prego di non inserire link o indirizzi e-mail nel testo del commento, altrimenti sarò costretta a rimuovere il commento. Grazie!

Info sulla Privacy

Policy Privacy di Google per chi commenta con un account Blogger