Passa ai contenuti principali

I love writing #3 - Lo scrittore sbruffone

Datevi pace, non li vendono questi giubbotti
Eccoci qui, dopo lo scrittore fanatico e lo scrittore ossessivo, a parlare di un'altra categoria di scribacchini d'assalto, quella degli sbruffoni. Sono ovunque intorno a noi, si riconoscono a colpo d'occhio, ma di certo non perché brillano di luce propria.

Vediamo un po' come è fatto...

1) Si autodefinisce autore o scrittore, anche se l'unica opera che ha scritto è una raccolta di poesie auto-prodotta, premiata da una giuria capeggiata dal cugino alla Sagra del Fagiolo del paesello di centocinquanta anime dove è nato.

2) La copertina del suddetto libro campeggia su Facebook al posto della sua foto.

3) Non rilegge mai, è sicuro di tutto quello che ha scritto, non revisiona mai per non togliere freschezza al testo.

4) Non legge manuali di scrittura (a parte On writing) perché pensa che il talento sia sufficiente e non vuole imbottirsi di idee e tecniche che toglierebbero spontaneità ai suoi scritti.

5) Non legge, non ne ha il tempo.

6) Quando qualcuno gli fa notare un errore, si infuria con il cugino che gli aveva promesso di fargli da editor e correttore di bozze.

7) Sostiene che a scrivere quei commenti negativi su Amazon sul suo libro è sempre il suo nemico-rivale che lo odia da una vita e che ogni volta si inventa un nuovo account pur di danneggiarlo. Maledetto!

8) Appena pubblica qualcosa, manda a tutti i suoi contatti e a tutti i lit-blog della rete una mail senza neanche una riga di presentazione con i seguenti allegati:
  • ebook dell'opera
  • biografia dell'autore completa e dettagliata
  • locandina della premiazione della Sagra del Fagiolo
  • foto del premiato e del cugino premiante
  • invito alla presentazione presso la biblioteca locale del paesello
  • immagine del trafiletto del quotidiano locale in cui si annuncia orgogliosamente la pubblicazione dell'opera prima di un concittadino
  • anteprime sulla prossima opera
  • richiesta di recensione.
9) Subito dopo la suddetta pubblicazione ha creato:
  • un profilo Facebook "Nome Cognome Scrittore"
  • una pagina fan "Nome Cognome Scrittore"
  • un gruppo "Le opere di Nome Cognome Scrittore" per dar modo ai suoi fan essere sempre aggiornati
  • un sito personale www.nomecognome.it
  • un blog "nomecognome.worpress.com" dove segnala recensioni, interviste, presentazioni, notizie su cosa stava facendo, che musica stava ascoltando, cosa stava pensando, cosa stava mangiando mentre ha composto ogni verso.
10) Quando gli dici che stai scrivendo un romanzo, lui replica: "Ma dai, ancora quello? Io nel frattempo ho già pubblicato 3 raccolte, 22 romanzi (di cui 3 saghe) e 153 racconti. Sei proprio lenta, eh?"

Sono stata troppo cattiva? In ogni caso ricordo a tutti che questa serie è per natura politicamente scorretta e le eventuali lamentele vanno inoltrate allo staff!

Non vi chiedo se vi riconoscete (speriamo proprio di no), ma sono sicura che avete incontrato almeno una volta uno di questi simpatici soggetti. Vero?

Commenti

  1. Grandioso come articolo !!! E' vero è una categoria che esiste, purtroppo, e l'hai descritta alla perfezione.
    Mi sento di obiettare solo sul fatto che "crea un sito con nomecognome.it". Anche io in effetti l'ho fatto di creare un sito con nome cognome ma spero di non rientrare nella categoria da te descritta
    :-)
    Aggiungerei solo una cosa... questi difetti li trovi non solo negli scrittori poco famosi ma, ahimè, anche in quelli famosi. Mi avevano sconsigliato vivamente di contattare altri scrittori per chiedere un aiuto, un'imbeccata su come contattare degli editor o degli agenti.
    Mi sono ritrovato il recapito mail personale di una persona molto nota, e gli ho chiesto appunto un aiuto. Ti riporto la risposta: "Non so chi ti ha dato la mia mail...credi che abbia tempo da perdere ? Io scrivo, non lavoro per dare una mano agli altri, la strada te la devi trovare tu. Saluti"
    Notare che mi dava del tu... Non rivelerò mai il suo nome, non ne vale la pena.
    Lo scrittore sbruffone può essere anche uno davvero molto famoso onorato e riverito nei salotti televisivi (Fazio in testa, dove questa persona c'è sempre) ma che alla sostanza si rivela per quello che realmente è: un grande scrittore forse, ma soltanto un piccolo, piccolissimo uomo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ci rientri di sicuro! Ci mancherebbe che fosse così solo per il nome del sito, tra l'altro prima o poi magari ne avrò uno così anche io :)
      Invece è brutta la cosa che hai raccontato, questa persona ti ha mandato davvero una pessima risposta, a prescindere da chi sia. Triste che il successo dia alla testa in questo modo.

      Elimina
  2. Accidenti, io vi ho riconosciuto lo "scrittore-pavone" di onorata memoria di cui scrissi un post un bel po' di tempo fa. A quanto pare la specie non si è ancora estinta, ma si diffonde più che mai.

    Fregiarsi del titolo "scrittore" è davvero una mania che non condivido, nemmeno se fosse l'effettiva, unica professione. Ci sono anche coloro che aggiungo "scrittore e artista". Tutti sono scrittori, a quel punto, anche i bimbi che compongono i loro primi pensierini a scuola. (A proposito, si userà ancora scrivere i pensierini a scuola nell'ora di italiano?).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ormai il termine scrittore ha assunto questa brutta connotazione, proprio a causa di certi soggetti. E sì, la specie degli scrittori-pavoni non pare destinata a estinguersi :)

      Elimina
  3. Di sbruffoni è pieno il mondo! La maggior parte li trovi in tangenziale, ma quello è un altro discorso...
    Comunque, si, di questi personaggi ne conosco un paio. Ho notato (ma non da farne una statistica certa) che al diminuire dell'età, aumenta il livello di sbruffonaggine.
    Ma sono sempre scettica di fronte ad un giovane scrittore, mi rimane sempre il dubbio che il libro l'abbia scritto un genitore, se non è di carattere adolescenziale e quasi autobiografico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con l'età forse si diventa più saggi :) Però non è detto, purtroppo... secondo me è una questione di carattere. A parte gli scrittori, ci sono altri sbruffoni in giro che non sono migliorati con l'età.

      Elimina
  4. Risposte
    1. Purtroppo sì... un po' ci si ride, ma a volte ti vengono proprio i nervi...

      Elimina
  5. Castle..... me ne danno due maroni i miei con questo film :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il personaggio è simpatico, fossero tutti così gli scrittori che si vantano in giro!

      Elimina
  6. E' evidente che tu ti sia imbattuta in un soggetto del genere, lo descrivi troppo dettagliatamente. :-)
    Io mi rifaccio a un tuo altro post sul soggetto e le sue varianti: ribadisco di conoscerne uno. Uno dei suoi aspetti più teneramente comici è la sua pagina Fb con tanto di dicitira "Fanpage ufficiale".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo mi sono imbattuta in loro più volte.
      Quando sono approdata su Fb non riuscivo a crederci che certi esordienti creassero le fanpage ufficiali... :) Ora è diventato tutto normale.

      Elimina
  7. Ahahahahahahaha, troppo forte!!!!
    Andrei molto volentieri alla sagra del fagiolo, ma non sopporto i legumi (anche se la mia nutrizionista dice che dovrei mangiarli due volte alla settimana) quindi non leggerò mai il romanzo di nomecognomescrittore! :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh non sai quello che ti perdi! Parlo del romanzo, non dei legumi...

      Elimina
  8. Articolo divertente nella forma, vero e triste nel contenuto. La "sbruffonaggine", purtroppo, dilaga in tanti campi, oltre che nella scrittura. Ho ancora negli occhi e nella memoria il piccolo testo di presentazione di un'autrice che, a soli diciassette anni, si definisce scrittrice, dopo un self-publisching selvaggio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, triste lo è. D'altra parte come dici, la sbruffonaggine non è tipica di questo campo. Solo che oggi ci sono tanti aspiranti scrittori e quindi anche tanti che si vantano pur non avendone motivo...

      Elimina
  9. Oddio, ho messo la copertina del mio romanzo al posto della mia foto su fb perché da qualche parte dovevo pur metterla! Aiuto, non voglio essere una scrittrice sbruffona!
    PS: però conosco autori che sono riusciti a totalizzare anche 7/8 punti sui 10 che elenchi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La copertina al posto della foto l'abbiamo messa tutti, sei perdonata!

      Elimina
  10. Eccomiiiiiiiiiiii, questo post lo hai scritto per me, confessa! XD

    C'è solo una sottilissima differenza fra me e il suddetto sbruffone di cui sopra: io leggo e ho creato blog + sito NomeCognome.com o .me prima di aver pubblicato... Anzi, non ho pubblicato affatto e forse mai accadrà, ma mi definisco scrittore lo stesso, cazzo! :) Non ho messo "Scrittore" dopo il NomeCognome solo perché non mi è venuto in mente... :P

    P.S. però, che brutta gente conosci... :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ogni volta che scrivo uno di questi profili dici che l'ho scritto per te, comincio a preoccuparmi! Vedremo la prossima volta :)

      Elimina
    2. Ho una buona capacità di immedesimazione... ihihih XD

      Elimina
  11. Ahahah, non sono sbruffona ma sono sfuffona, nel senso che sbuffo non poco quando becco la categoria di scrittori, che tu hai ben descritto, su Fb!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fb è un vero concentrato di questi soggetti, per fortuna tra i blogger non ce ne sono!

      Elimina
  12. Soggetti del genere li abbiamo conosciuti tutti direi :-D
    Però possono avere varianti che li rendono più simpatici: tipo, al punto 10, magari ti incoraggia dicendo che anche tu ce la puoi fare... (ma può sempre rovinare tutto aggiungendo "... anche se non sarai mai bravo come me" ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari, non mi è mai capitato che mi incoraggiassero :) Ti dirò, l'impressione che mi danno è che ignorino del tutto i loro "colleghi"!

      Elimina
  13. hahaha mi sono fatte delle belle risate a leggere questo profilo di scrittore sbruffone, anche se devo ammettere che il giubbotto lo comprerei alla grande :)
    Mi è piaciuta la frecciatina diretta al tuo caro SK, da quando me l'hai fatto notare trovo quel manuale nominato ovunque :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Peccato che nessuno ci abbia pensato a vederli quei giubbotti, sicuramente ce n'è di gente che li comprerebbe, sarebbe divertente andarsene in giro così :)
      Mamma mia, anche io vedo SK ovunque ormai! Quando parte una moda chi la ferma più ?!

      Elimina
  14. Con me non avrebbe tutti i torti a dire: "Ma dai, ancora quello?" ;D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahhaah :D No, dai, tu ti salvi con le puntate della blog novel!

      Elimina
  15. Aiuto io ho la copertina del mio ebook su Facebook al posto della mia foto.... : -( però mi salvo credo per gli altri punti ....almeno spero
    Ciao Giulia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come dicevo a Tenar, lo abbiamo fatto tutti, quella è una cosa normalissima. Diventa grave solo quando ci sono tutti gli altri punti!
      Tra parentesi, ho letto (non mi ricordo più dove)che ormai sconsigliano di mettere la copertina al posto della foto, perché siccome lo fanno tutti è diventato controproducente. Se poi è vero non lo so, ormai dicono tutto e il contrario di tutto...

      Elimina
  16. Nei punti che elenchi ce ne sono alcuni che condividerei pure perché penso possano rientrare in uno stile personale (come la freschezza di una scrittura scevra da troppe sovrastrutture), il tutto sta nel come queste caratteristiche vengono presentate, ma in tutto comunque più spocchiosi ci si pone più critiche si riceveranno! :°D

    RispondiElimina
  17. Sì, se vogliamo il concetto della freschezza di per sé non è sbagliato ed effettivamente si può scivolare nelle sovrastrutture, il problema è che troppo spesso viene preso come alibi per pigrizia o spocchia! E allora chi ci crede più che è solo "stile personale"?! :)

    RispondiElimina
  18. Morta dalle risate e con l'occhio sgranato (a tratti incredula che in una sola persona possano concentrarsi tutti questi aspetti...peculiari)...
    Io fortunatamente non ho avuto mail il piacere di incontrare un'esemplare di questa specie...ma auspico di incontrarne qualcuno per ri-sbellicarmi di nuovo dalle risate!
    Dici che possono essere pericolosi se gli si ride in faccia???
    Un abbraccio <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso che molti di loro l'ironia non la capiscano neppure, ma al tuo posto eviterei comunque di ridergli in faccia :)
      Se sei su Fb, ce ne sono tanti così, per certi versi anche peggio. Credo sia proprio un "animale" tipico di Fb. Io molti ne ho incontrati anche quando facevo interviste agli esordienti, però non mi facevano affatto ridere, credimi. Mi ci sono arrabbiata parecchio, soprattutto perché si comportano come se tutto il mondo girasse intorno a loro.

      Elimina
  19. Oddio, mi hai fatta davvero ridere! La situazione FB è tristemente reale, e il "non togliere freschezza al testo" pure.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tristemente reale, è vero. A me la cosa che fa più ridere è quando mi mandano delle mail senza niente scritto, solo gli allegati. Lo trovo pazzesco!

      Elimina

Posta un commento

Ogni contributo è prezioso, non dimenticarti di lasciare la tua opinione dopo la lettura.
Se commenti per la prima volta, ti consiglio di:
1) accedere all'account con cui vuoi firmarti
2) ricaricare la pagina
3) solo allora inserire il commento.
Se vuoi ricevere una notifica per e-mail con le risposte, metti la spunta su "inviami notifiche".
(Ti prego di non inserire link, altrimenti sarò costretta a rimuovere il commento. Grazie!)