Passa ai contenuti principali

Ho letto... "Il coraggio di Fax" di Stella Ada Rossetti

Già ospite di questo blog con un’intervista alla protagonista del suo romanzo (Il quaderno dei ricordi), Stella Ada Rossetti dà di nuovo prova di una grande capacità di analisi delle emozioni con questo racconto, che propone in anteprima gratuita sul suo blog.


Si tratta de Il coraggio di Fax, la storia di un cagnolino di cinque anni che presenta un punto di vista insolito e originale, quello di un cane appunto. Maltrattato, fatto oggetto di crudeltà, traumatizzato da una coppia di padroni che sembrano divertirsi a tormentarlo, ha sviluppato un rapporto speciale e simbotioco con Leila, una bambina. Un giorno viene abbandonato e comincia a vivere per strada. Strappato al suo affetto più grande, tormentato dalla fame e deluso dagli umani, ma sempre pronto ad accoglierli nel suo cuore, Fax affronta la vita in strada, alla ricerca non solo di un posto sicuro e di cibo, ma soprattutto di affetto.

Con un linguaggio scorrevole, sobrio ma non infantile, che spesso intenerisce, l’autrice indaga nell’animo di Fax e tenta a farci immedesimare nelle sue sorti, raccontando nei dettagli il suo punto di vista, trasmettendo le sue emozioni e i suoi sentimenti, semplici e allo stesso tempo forti e toccanti.
Guardando dentro all’animo di questo cagnolino, l’autrice sottolinea il bisogno, l’amore e la devozione che un cane manifesta nei confronti di un essere umano, la sua innocenza, la sua capacità di perdono, la sua incredibile devozione.
Ma non è una favola, non è una storia per bambini. Il coraggio di Fax è soprattutto un invito a mettersi nei panni dei nostri compagni animali, un invito quanto mai attuale in tempi in cui si sente parlare sempre più spesso di crudeli abbandoni, di storie di superficialità ed egoismo nei confronti degli amici a quattro zampe.

Il coraggio di Fax
racconto di Stella Ada Rossetti
L'anteprima dei primi due capitoli è disponibile per la lettura qui: 

Commenti

  1. Molto carino!!! proprio un bel libro. ed il bello è che è adatto sia per i bambini che per gli adulti. :)
    Diana

    RispondiElimina
  2. Ciao Diana, mi fa davvero molto piacere che il mio racconto ti sia piaciuto.

    RispondiElimina

Posta un commento

Ogni contributo è prezioso, non dimenticarti di lasciare la tua opinione dopo la lettura.
Se commenti per la prima volta, ti consiglio di:
1) accedere all'account con cui vuoi firmarti
2) ricaricare la pagina
3) solo allora inserire il commento.
Se vuoi ricevere una notifica per e-mail con le risposte, metti la spunta su "inviami notifiche".
(Ti prego di non inserire link, altrimenti sarò costretta a rimuovere il commento. Grazie!)