Passa ai contenuti principali

Faccia a faccia con... Angel e i Masters di R. Cherryh

Masters school copertina
Oggi riprendo la serie di interviste "Faccia a faccia con... i personaggi" proponendovi una scrittrice alla sua prima prova letteraria, autrice di un romanzo Fantasy ambientato ai nostri giorni. Si tratta di Masters school di R. Cherryh, pubbblicato da Runde Taarn Edizioni. La storia si svolge ai nostri tempi e nel nostro Paese, a Monza per la precisione, e vede protagonista Angel, una ragazza di origine non-umana, insieme ai suoi compagni di vita, i Masters.
Per saperne di più ho rivolto alcune domande proprio a questo singolare personaggio e alla sua creatrice.


Angel, prima di tutto ci parli un po’ di te? So che sei una persona decisamente speciale...
Si, è vero, sono una master speciale, non meno però di quanto lo siano gli altri masters che con me formano il famigerato gruppo dei “Masters della leggenda”.
Di me posso dire che mi sento abbastanza sicura, visto che mio nonno è il grande generale bianco Faust Rurel e mio zio Danil è al suo fianco tra i dieci superiori del nostro clan. Cercherò di impegnarmi al massimo nella nostra causa, anche se mi pare già di intuire che sarà difficile andare tutti d'accordo, intendo, noi Masters della Leggenda...


Qual è il tuo rapporto con gli altri Masters?
Beh, con mia grande sorpresa nel gruppo dei dieci ci sono già alcune amiche: Sari e Aura; Larian e Alex sono miei cugini e Sam è mio amico da una vita, anche se temo abbia un debole per me. Gli altri ancora non li conosco ma quel Manuel è proprio carino...
Ah, giusto! Il decimo Masters della Leggenda non si è ancora presentato scatenando così la curiosità di tutti...Chissà chi è!

La tua storia nasce alla Masters school, una facoltosa scuola privata di Monza: perché proprio da lì è iniziato tutto?
Domanda molto semplice: mio nonno, tanto tempo fa, ha avuto la splendida idea di creare una serie di scuole per trovare tutti i masters sparsi nel mondo, in modo da sostenere più facilmente la guerra ai nostri nemici di sempre, i Receptor; il tutto è partito da Monza semplicemente perchè è la sua città natale e la sua famiglia risiedeva da tempo proprio qui.

Qual è la grande sfida che proprio alla Masters school tu e i tuoi compagni dovete affrontare?
Non farmici pensare.
Marzia, una mia cara amica, è stata nominata “capo” dei Masters della Leggenda dai superiori perché è stata colei che ci ha riuniti tutti; a suo dire, noi nove Masters della leggenda (il decimo non si è ancora presentato) dovremmo sconfiggere il male, ovvero i Receptor, nemici da sempre del nostro clan. L'impresa è ardua perché oltre al dover andare necessariamente d'accordo in quanto gruppo, dobbiamo trovare un modo per resistere ai poteri psichici dei Receptor che contro la nostra forza fisica sono decisamente superiori. Un bel casino, lo so.

Una persona in particolare è importante per te e ispira la tua vita, tuo nonno. Che rapporto vi ha legati?
Beh, mio nonno mi ha cresciuta.
Mi ha sempre difesa, mi ha protetto quand'era necessario, insomma, mio nonno è mio nonno. E poi è un generale bianco: possiede il titolo più alto nel nostro clan e nonostante questo rimane sempre e comunque una persona umile e fiera; non potrei definirlo in maniera diversa, mio nonno è un grande, sempre. 

Il mondo in cui ti sei venuta a trovare, quello degli esseri umani, ha cambiato la tua natura “non umana”? E in che modo?
Noi siamo sempre stati in mezzo agli umani; per me gli umani sono una specie differente che con noi condivide lo stesso pianeta; non mi importa di loro perché nei nostri confronti li trovo innocui.
Io mi preoccupo dei Receptor, che non conosciamo e che a quanto pare si stanno organizzando per distruggerci definitivamente.

L’ultima domanda è per l’autrice di questa storia, R.Cherryh. Tu stessa hai rivelato nella tua biografia che la tua storia è fondamentalmente autobiografica. Quindi ti chiedo, nel creare questo personaggio, a quali aspetti di te stessa ti sei principalmente ispirata? E cosa invece ti distingue da lei?
Angel, come hai detto tu, è in qualche modo il mio alter ego. Considera che Angel ha quindici anni all'inizio della storia e rispecchia la mia figura a quell'età, anche se certi aspetti del mio carattere non sono affatto cambiati.
Da me ha preso il rapporto con il nonno, un'intesa unica, un affetto quasi paterno. Inoltre Angel ha un forte senso della giustizia, altra cosa che mi appartiene nel profondo e per il quale continuo e continuerò sempre a lottare.
Degli aspetti di me adolescente ha senza dubbio una profonda insicurezza (mascherata dalla sua posizione sicura nella Masters School) e un timore perenne di non farcela (e di conseguenza un disimpegno nei confronti dei compiti che ritiene “troppo difficili” o “impossibili da risolvere”).
Ci distingue innanzitutto la differenza d'età: Angel ha quindici anni mentre io ne ho quasi ventiquattro. Penso che la vita porti in direzioni diverse a seconda delle esperienze, ad ogni modo Angel vedrà su se stessa il cambiamento che qualsiasi adolescente attraversa quando si rende conto che in fin dei conti, la vita è bella anche con le sue difficoltà, anche perché altrimenti, senza di esse, non si potrebbe crescere.
Un'altra cosa che differenzia R. Cherryh da Angel sono le decisioni: la protagonista del mio romanzo infatti opera delle scelte (anche importanti) agendo soprattutto d'istinto, anche perchè si sente protetta dall'alto (suo nonno è il grande generale Faust Rurel, una personalità fondamentale per tutto il clan). Io invece prima di decidere qualsiasi cosa mi affido al parere delle persone che mi sono vicine, cercando opinioni e consigli da parte di chi su certi argomenti è più esperto della sottoscritta; trovo che il confronto sia fondamentale: anche Angel lo capirà a proprie spese nel corso della storia.
Ultimo punto, non per importanza, che mi differenzia dalla protagonista della storia, riguarda senza alcun dubbio il desiderio di portare a termine qualcosa.
Angel quindicenne preferisce le cose facili: cerca di risolvere al più presto le questioni che la vedono coinvolta e, nel caso queste siano troppo difficili da concludere, vi rinuncia senza pensarci troppo. Io, R. Cherryh, una volta iniziato un cammino, desidero assolutamente portarlo a termine, costi quel che costi; i risultati vanno ottenuti con determinazione e costanza, specialmente quando si tratta di raggiungere traguardi importanti.
Sperando che l'intervista sia piaciuta, ringrazio per l'interesse ricevuto nei confronti del mio libro, in special modo del mio personaggio Angel e auguro a tutti una buona giornata!
R. Cherryh

Ringrazio a mia volta R. Cherryh per aver partecipato a questa intervista e vi lascio con qualche dato sul suo libro, che si può acquistare on line oppure ordinare in qualsiasi libreria italiana...

MASTERS SCHOOL
di R. Cherryh
Runde Taarn Edizioni

Trama
L'ambientazione non tragga in inganno: la Masters school è solo all'apparenza una facoltosa scuola privata di Monza. In realtà è il centro direzionale di un clan di alieni, i Masters appunto, che si troveranno a dover combattere una guerra senza frontiera contro i loro acerrimi avversari di sempre, i Receptor, anch'essi non appartenenti al genere umano. Masters, Receptor e umani non si distinguono fra loro se non per l'immensa forza dei primi due clan e le capacità psichiche dei Receptor. Un gruppo di dieci giovanissimi Masters, detti della Leggenda, dovranno contribuire a salvare il clan dagli attacchi sempre più frequenti dei nemici. Angel, la protagonista di questo romanzo avvincente e ricco di intrecci, vuole emulare suo nonno, il mitico Generale Bianco Faust Rurel. Ci riuscirà? E perché Aura, pur essendo una Master della Leggenda, ha poteri molto simili a quelli dei Receptor? Chi sono Yari e Pisterius che pur apparendo giovanissimi sembra abbiano la saggezza, l'esperienza e la forza di ultra centenari? In un intreccio di combattimenti sul ring, di scontri mortali fra Masters e Receptor, di lezioni a scuola (sono pur sempre adolescenti pur essendo Masters della Leggenda, o almeno parte di essi), baci e carezze adolescenziali, la trama terrà incollato il lettore sino all'ultima pagina... Perché Master school non è il solito romanzo fantasy. È un'avventura a tutto tondo, ambientata ai nostri giorni, con tanto di cellulari e auto sportive, ma che ha un sapore antico, di spade e di mantelli, di codici d'onore e di gerarchie militari.

L’Autore
R. Cherryh nasce a Segrate (Milano) nel 1988, si diploma all'istituto Statale d'Arte di Monza, poi intraprende la carriera universitaria presso l'Università Statale di Milano Bicocca frequentando il corso di Scienze dell'Educazione, della facoltà delle lauree triennali di Scienze della Formazione. Scrive da quando era molto piccola. La sua grande immaginazione la porta alla narrazione fantasy, dalla quale sente di trarre maggiori soddisfazioni. Dopo varie storie mai pubblicate, decide di far conoscere al pubblico il suo primo vero testo che è una sorta di autobiografia. Infatti Angel, la protagonista, è l'alter ego della sua creatrice e vive, anche se in modo diverso, le sue esperienze.

Trovate l’autore su:
Facebook: http://www.facebook.com/pages/R-Cherryh/261093077274974
Twitter: https://twitter.com/#!/R_Cherryh

Commenti